Contenuto sponsorizzato

Moto fuori controllo sulla statale, centauro cade per 30 metri e finisce sulla strada sottostante

L'incidente sulla strada 241 all'altezza di Tamion (val di Fassa). Ferito un uomo, intervengono i sanitari, i vigili del fuoco e il soccorso alpino

Immagine di repertorio
Pubblicato il - 23 giugno 2019 - 16:51

VIGO DI FASSA. Paura per un incidente sulla strada statale 241 all'altezza di Tamion. Un motociclista è uscito di strada ed è caduto per diversi metri.

 

Tutto è successo alle 15 circa: secondo una prima ricostruzione dell'accaduto un centauro che viaggiava a bordo della sua moto sulla statale avrebbe perso il controllo del mezzo e sarebbe finito fuori strada cadendo e rotolando per una trentina di metri circa sul pendio che costeggia la corsia. La caduta si sarebbe arrestata sulla strada sottostante per Carezza, che passa sotto la statale.

 

Quindi i soccorsi: sul posto sono arrivati i vigili del fuoco volontari, il soccorso alpino e i sanitari, intervenuti con un'autosanitaria, un'ambulanza e l'elicottero sanitario. Il motociclista è stato portato in codice rosso al Santa Chiara di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:44

L'approfondimento tecnico si è concluso, forse proprio quando è arrivato anche il ricorso del Codacons. L'associazione per la difesa dell'ambiente e tutela dei diritti di utenti e consumatori ha presentato al Tar di Trento, tramite l'avvocato Zero Perinelli, un ricorso contro la norma provinciale. La Pat: "Evitare disparità di trattamento tra gli esercizi commerciali"

29 settembre - 13:50

Bocciato uno dei provvedimenti bandiera della Giunta Fugatti, il tribunale condanna Pat e Comune di Trento a disapplicare la norma sulle case Itea. Gli avvocati: “Per il Trentino è un primo passo molto importante per rimuovere le norme introdotte dalla Provincia negli ultimi anni in materia di welfare che hanno determinato effetti gravissimi di esclusione in danno degli stranieri”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato