Contenuto sponsorizzato

Prendeva a calci e pugni la moglie davanti ai figli minori. I parenti guardavano senza far nulla. Arrestato un uomo

I figli non dovevano urlare o piangere perché altrimenti venivano presi a schiaffi in testa. I parenti che assistevano agli episodi non facevano nulla. All'uomo tutto era consentito 

Pubblicato il - 18 marzo 2019 - 09:14

CAVALESE. Veniva presa a calci e pugni anche in presenza dei figli minorenni che non dovevano parlare o piangere perché altrimenti sarebbero stati presi a schiaffi in testa anche loro.

 

E' un inferno durato oltre dieci anni quello che ha vissuto una donna di Cavalese costretta a sopportare non solo violenze fisiche, davanti a figli e ai parenti che guardavano senza far nulla, ma anche vessazioni psicologiche da parte di un marito che non si fermava davanti a nulla.

 

Ora, però, dopo l’ennesimo pesante maltrattamento la donna si è ribellata ed ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri di Cavalese.

 

L'ultimo episodio maltrattamento, nato per futili motivi, è avvenuto sempre davanti ai figli. Non era però la prima volta che i piccoli dovevano assistere. Violenza che certe volte avveniva anche davanti ai parenti che, forse per una cultura retrograda, assistevano senza intervenire o comunque senza dare peso a quegli episodi.

 

Dalle testimonianze raccolte dai carabinieri, all'uomo sembrava essere tutto consentito. Anche sperperare lo stipendio alle slot machine. La donna non poteva lamentarsi e nel caso lo facesse seguivano le botte.

 

Dopo anni di violenze ora la donna ha detto basta. Ha deciso di presentare una denuncia per tutte le angherie subite e raccontare tutto ai Carabinieri, i quali dopo aver raccolto una dettagliata denuncia, in accordo con gli assistenti sociali, hanno immediatamente preso provvedimenti assicurando la madre e i figli minorenni in una struttura protetta.

 

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trento, esaminati attentamente tutti gli atti prodotti che hanno trovato pieno riscontro nelle ricostruzioni dei fatti narrati, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’uomo, che localizzato e stato arrestato dai Carabinieri di Cavalese e ristretto nel carcere di Verona.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato