Contenuto sponsorizzato

Preti trentini, ecco quali saranno i cambiamenti nelle parrocchie

Tra le novità l'arrivo di tre missionari che fino ad oggi hanno operato in America Latina e la nascita a Trento nord di una comunità presbiteriale

Pubblicato il - 14 giugno 2019 - 08:33

TRENTO. Più comunità assieme ma soprattutto la nascita di una nuova comunità presbiteriale e l'arrivo di tre missionari. Sono queste le principali novità dei cambiamenti che il vescovo Lauro Tisi ha deciso di fare nelle parrocchie trentine e che prenderanno il via in autunno.

 

Come ormai avviene da alcuni anni, la mancanza di sacerdoti ha portato alla riconferma di comunità parrocchiali sempre più grandi. Il record spetta a don Gianni Poli che dovrà guidare 19 comunità.

 

Una novità la troviamo a Trento nord dove nascerà una comunità presbiteriale con tre preti che condivideranno la vita in canonica ai Solteri. Si tratta di Don Marco Leonardelli parroco di Cristo Re, Masonna della Pace, Sant'Apollinare, Solteri e Vela, affiancato da don Francesco Viganò, 28 anni vicario parrocchiale, e da don Lorenzo Iori, 34 anni, attuale vicario di Mori.

 

Faranno poi rientro tre missionari che per anni sono stati impegnati in America Latina. Si tratta di don Angelo Gonzo che diventerà parroco di Civezzano, Bosco di Civezzano, Sant’Agnese, Seregnano. Don Gianni Poli che sarà parroco di Parroco Ponte Arche, Balbido, Ballino, Campo Lomaso, Cares, Cavrasto, Fiavè, Godenzo-Poia, Lundo, Quadra, Rango, S. Croce del Bleggio, Vigo Lomaso, Dorsino, S. Lorenzo in Banale, Seo, Stenico, Tavodo, Villa Banale. Don Bruno Morandini parrocco di Cavedine, Calavino, Lasino, Stravino, Vigo Cavedine.

 

Ecco tutti i cambiamenti

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato