Contenuto sponsorizzato

Ragazzo ferito con dei cocci di bottiglia, Pattini: ''Vigilantes fino alle 23? Sono soldi spesi male''

Il capogruppo del Patt critica la fascia oraria nella quale è in servizio la guardia per controllare il centro storico. Ieri mattina alle 4 un giovane di 20 anni è stato ferito più volte al fianco con dei cocci di bottiglia in piazza Mostra

Pubblicato il - 12 luglio 2019 - 10:43

TRENTO. “Vigilantes? Soldi spesi male se la presenza é fino alle 23” questo il commento del capogruppo del Patt Alberto Pattini sulla presenza delle guardie armate nel centro storico di Trento.

 

Stiamo parlando del cosiddetto servizio di “custodi di quartiere” che ha preso il via a Trento da pochi giorni e che vede una guardia dalle 15 alle 23, cinque giorni alla settimana, controllare il centro storico assieme ai pattugliamenti delle forze dell'ordine che garantiscono quotidianamente la sicurezza in città.

 

“Un servizio del genere – ha spiegato Pattini – serve ben a poco. I problemi in alcune zone della città iniziano dopo le 23 basta vedere quello che è successo ieri in piazza della Mostra”.

 

Il consigliere fa riferimento al giovane di 20 anni che ieri mattina alle 4 è stato ferito più volte ad un fianco da dei cocci di bottiglia (QUI L'ARTICOLO). Dalle prime informazioni si tratterebbe di una rissa violenta. Il ragazzo è stato trovato dalle forze dell'ordine e poi trasportato all'ospedale di Trento dove si trova al reparto di chirurgia.

 

Sulla vicenda i carabinieri hanno avviato immediatamente le indagini per ricostruire quello che è successo. “Sarebbe molto più utile - ha continuato Pattini – la presenza dei vigilantes nelle fasce più critiche, quando tutti noi sappiamo esserci un maggior rischio di problemi. Fare un servizio con la guardia fino alle 23 serve ben a poco, forse bisogna sedersi attorno ad un tavolo e ricalibrare il progetto”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

23 ottobre - 09:27

Il premier Conte si è dato una settimana o dieci giorni di tempo per decidere. Si dovranno valutare gli effetti delle misure che sono state messe in campo nei giorni scorsi. Si stanno già pensando, però, nuove strette anti covid. Intanto le Regioni sulle chiusure vanno in ordine sparso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato