Contenuto sponsorizzato

Rimesso in ''mostra'' il presepe antiabortista: ''Contro chi convince che è giusto abortire''. Il comitato Non una di meno: ''Deliranti''

Sulla scalinata delle chiesa di San Rocco in corso Bettini. Ora è stato messo anche un foglietto con attaccato un feto di plastica e la scritta: ''Riproduzione in plastica di un bambino di 10 settimane"

Pubblicato il - 05 gennaio 2019 - 12:17

ROVERETO. Il presepe antiabortista è stato nuovamente ricostruito e addirittura ampliato con tanto di spiegazioni. A denunciarlo, questa volta, con tanto di foto, è stato il comitato “Non una di meno” di Trento.

La rappresentazione era comparsa nei giorni scorsi sulla scalinata delle chiesa di San Rocco in corso Bettini in passato utilizzata per alcuni ritrovi da parte delle “Sentinelle in piedi”. Nella giornata di giovedì, dopo le polemiche, era stato tolto e le statue, assieme ai feti in plastica, riposte all'interno della chiesa.

Ora, invece, come denuncia il comitato “Non una di meno” il presepe antiabortista non solo è stato ripristinato ma anche arricchito con spiegazioni. “Questo presepe – viene riportato in un cartello – non è una accusa contro le donne che hanno abortito, ma contro coloro che le hanno convinto che è giusto abortire e che hanno fatto dell'uccisione dei bambini un diritto civile e una bandiera del progresso”.

 

Sempre nel cartello viene spiegato che il presepe parla di un'accusa contro “chi ha convinto gli italiani che è giusto uccidere i figli, rifiutare il concepimento, annientare il matrimonio, produrre uomini in provetta, negare la vocazione dell'uomo e della donna ad essere padri e madri e sposi e spose, collaboratori di Dio e del suo disegno”

Accanto al presepe è stato poi posizionato anche un foglio con appeso sopra un piccolo feto in plastica con la scritta: “riproduzione in plastica di un bambino di 10 settimane”.

 

Già nella giornata di ieri il decano di Rovereto, don Sergio Nicolli aveva parlato di “ribrezzo” verso questo presepe.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 giugno - 06:03

Fugatti ha annunciato in conferenza stampa che la riapertura delle scuole materne sarà l'8 di giugno. Molte critiche sono arrivate dalla Federazione delle Scuole Materne che aveva impostato un programma di riaperture iniziando con delle realtà pilota nei mesi di luglio e agosto ma tutte le discussioni fatte anche con la Pat e l'assessorato sono saltate con l'annuncio del presidente

05 giugno - 15:26

Il "Conto rifugio" è l'ultimo prodotto finanziario lanciato sul mercato da Mediocredito, un'iniziativa che vuole raccogliere, proteggere e far rendere il risparmio e contestualmente iniettare sul tessuto trentino il credito necessario a sostenere e finanziarie infrastrutture e sviluppo del Trentino. Il direttore Pelizzari: ''Ottima risposta dai cittadini, prevediamo anche sportello fisico dedicato"

05 giugno - 12:35

Un pranzo al sacco take away a km0 stando seduti in un prato verde. Il progetto che coinvolge  Val di Fiemme, Val di Fassa, Passo Rolle, San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato