Contenuto sponsorizzato

Rimesso in ''mostra'' il presepe antiabortista: ''Contro chi convince che è giusto abortire''. Il comitato Non una di meno: ''Deliranti''

Sulla scalinata delle chiesa di San Rocco in corso Bettini. Ora è stato messo anche un foglietto con attaccato un feto di plastica e la scritta: ''Riproduzione in plastica di un bambino di 10 settimane"

Pubblicato il - 05 gennaio 2019 - 12:17

ROVERETO. Il presepe antiabortista è stato nuovamente ricostruito e addirittura ampliato con tanto di spiegazioni. A denunciarlo, questa volta, con tanto di foto, è stato il comitato “Non una di meno” di Trento.

La rappresentazione era comparsa nei giorni scorsi sulla scalinata delle chiesa di San Rocco in corso Bettini in passato utilizzata per alcuni ritrovi da parte delle “Sentinelle in piedi”. Nella giornata di giovedì, dopo le polemiche, era stato tolto e le statue, assieme ai feti in plastica, riposte all'interno della chiesa.

Ora, invece, come denuncia il comitato “Non una di meno” il presepe antiabortista non solo è stato ripristinato ma anche arricchito con spiegazioni. “Questo presepe – viene riportato in un cartello – non è una accusa contro le donne che hanno abortito, ma contro coloro che le hanno convinto che è giusto abortire e che hanno fatto dell'uccisione dei bambini un diritto civile e una bandiera del progresso”.

 

Sempre nel cartello viene spiegato che il presepe parla di un'accusa contro “chi ha convinto gli italiani che è giusto uccidere i figli, rifiutare il concepimento, annientare il matrimonio, produrre uomini in provetta, negare la vocazione dell'uomo e della donna ad essere padri e madri e sposi e spose, collaboratori di Dio e del suo disegno”

Accanto al presepe è stato poi posizionato anche un foglio con appeso sopra un piccolo feto in plastica con la scritta: “riproduzione in plastica di un bambino di 10 settimane”.

 

Già nella giornata di ieri il decano di Rovereto, don Sergio Nicolli aveva parlato di “ribrezzo” verso questo presepe.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 maggio - 06:01

La malattia di Lyme è la più diffusa. Secondo i dati dell'Apss nel 2017 i casi notificati sono stati 29. Rizzoli: "Le temperature più miti hanno fatto prolungare il periodo di attività durante il quale la zecca cerca un ospite di cui cibarsi"

22 maggio - 12:06

Il tentativo di truffa sarebbe stato sventato dai carabinieri di Ledro. Nei guai un 27enne di Torino. I militari invitano gli esercenti a prestare attenzione: modus operandi diffusa

22 maggio - 11:07

Palloncini a forma di unicorno e zucchero filato rosa: queste le coordinate della festa. Gli utenti dei social divisi tra fan entusiasti e lettori critici della scelta e dei costi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato