Contenuto sponsorizzato

Schianto sulla strada provinciale 235: un uomo perde la vita. Grave una donna

L'incidente si è verificato poco dopo le 6 sulla bretella per la val di Non tra Nave San Rocco e Mezzolombardo. L'impatto non ha lasciato scampo al quarantatreenne (QUI AGGIORNAMENTO)

Pubblicato il - 10 febbraio 2019 - 09:04

TRENTO. Una triste domenica mattina. Un uomo ha perso la vita in un incidente che si è verificato poco dopo le 6 tra Mezzolombardo e Nave San Rocco.

 

È avvenuto sulla strada provinciale 235, la nuova bretella per la val di Non prima dell'uscita per Mezzolombardo. Al momento sono ancora in corso i rilievi del caso, difficile quindi dire esattamente cosa sia successo. Secondo una primissima ricostruzione nell'incidente sarebbero rimaste coinvolte due vetture, una Panda grigia e una Renault bianca.

 

Sul posto sono arrivati immediatamente i vigili del fuoco del corpo permanente e i volontari di Mezzolombardo, la polizia stradale e i soccorritori di Trentino Emergenza. Che hanno estratto le persone dalle macchine e che le hanno accompagnate in pronto soccorso.

 

A rimanere ferite nell'impatto due persone, una donna di 49 anni e un uomo di 43. Per quest'ultimo a nulla purtroppo sono serviti i tentativi di dei medici di salvargli la vita. Il 43enne non ce l'ha fatta. La donna è stata accompagnata al Santa Chiara: le sue condizioni sarebbero gravi, ma sembra non preoccupanti.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

23 febbraio - 11:50

Cinque associazioni hanno sottoscritto una lettera di protesta nei confronti della decisione della Provincia di bloccare il progetto di accoglienza per 24 donne ospitate a Lavarone e che saranno trasferite a Trento 

22 febbraio - 20:00

Nei prossimi mesi anche l'Arcidiocesi di Trento aprirà un nuovo sportello contro gli abusi interni alla chiesa. Nell'ultima relazione fatta dalla diocesi di Bolzano - Bressanone i casi di abusi sessuali e violenze sono stati undici  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato