Contenuto sponsorizzato

Si attende l'onda di piena del Po, la Protezione civile dichiara l'allerta rossa in Veneto

La Protezione civile del Veneto riferisce che la fase operativa di "Allarme" nella zona di allertamento del Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco-Basso Adige si riferisce al transito del colmo di piena lungo le sezioni venete del fiume

Pubblicato il - 26 November 2019 - 15:35

TRENTO. In Veneto è ancora allerta rossa. Si attende il transito dell'onda di piena del Po e fino alle 14 del prossimo 30 novembre tutte le unità di soccorso sono in pre-allarme.

 

La Protezione civile del Veneto riferisce che la fase operativa di "Allarme" nella zona di allertamento del Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco-Basso Adige si riferisce al transito del colmo di piena lungo le sezioni venete del fiume.

 

Il passaggio della piena può interessare le strutture e le attività poste nelle aree golenali aperte, mentre non si prevede l'interessamento di quelle chiuse.

 

Le autorità raccomandano di interdire l'accesso alle golene aperte, così come l'utilizzo delle piste ciclabili. I cittadini sono invitati a mantenere attenzione lungo il corso d'acqua, vietata la navigazione.

 

La Protezione civile raccomanda ai Comuni interessati e agli enti gestori di provvedere al divieto al transito di mezzi e persone attraverso i ponti in barche presenti sui rami del Po, ma anche di aprirli per il libero deflusso della piena e del materiale trasportato.

 

Fino alle 14 di domani è inoltre dichiarato lo "Stato di Attenzione", allerta gialla, sui Bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco-Basso Adige; Basso Brenta-Bacchiglione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 January - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 January - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato