Contenuto sponsorizzato

Smottamento sulla Sp85 del Bondone, vigili del fuoco al lavoro per sgomberare fango e detriti dalla strada

L'allarme è scattato poco prima delle 21. A causa di neve e pioggia, il terreno ai margini della strada provinciale 85 ha ceduto per riversarsi in strada all'altezza del chilometro 12 a Sopramonte sulla corsia in direzione Trento 

Pubblicato il - 04 aprile 2019 - 23:04

SOPRAMONTE. Vigili del fuoco di Sopramonte in azione nella serata di oggi, giovedì 4 aprile, quando la carreggiata è stata invasa da uno smottamento.

 

L'allarme è scattato poco prima delle 21. A causa di neve e pioggia, il terreno ai margini della strada provinciale 85 ha ceduto per riversarsi in strada all'altezza del chilometro 12 sulla corsia in direzione Trento. 

Immediato l'intervento dei pompieri che hanno messo in sicurezza l'area e quindi rimosso il materiale per rendere nuovamente e pienamente percorribile la provinciale. Fortunatamente non sono rimasti coinvolti mezzi o persone.

 

Un'operazione delicata per rimuovere circa 3 metri cubi di fango e detriti, rallentata dal meteo e dall'oscurità.

 

La perturbazione dovrebbe esaurirsi nella mattinata di domani, venerdì 5 aprile, ma sono già diversi i provvedimenti già esecutivi. 

 

In giornata sono stati il divieto di transito di mezzi pesanti per alcune strade e la chiusura dei passi Fedaia, Pordoi e passo Valles (articoli quiqui e qui), successivamente anche il Rolle. Un provvedimento a causa del rischio valanghe e caduta piante.

 

"Appena le condizioni meteo lo permetteranno, verranno avviate le operazioni di distacco programmato", comunica la Provincia. È inoltre stata chiusa, sempre per problemi legati al maltempo, la strada provinciale di Stavel tra Velon (zona Vermiglio) e l’innesto sulla strada statale 22 Tonale-Mendola(chilometro 155) per caduta piante.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 19:38

Guarire dal coronavirus non garantisce l’immunità permanente, il direttore dell’azienda sanitaria: “Circa il 75% delle persone contagiate in primavera, a settembre, avevano ancora gli anticorpi che riescono a neutralizzare il virus, ma il restante 25% può ammalarsi di nuovo. Al momento non ci sono modi per distinguere chi resta protetto dagli altri, quindi anche i guariti devono continuare a rispettare le norme di isolamento e proteggersi”

24 novembre - 18:48

Il governatore trentino è tornato a ripetere la propria posizione sugli impianti sciistici. Intanto il dialogo tra la conferenza delle regioni e il governo va avanti. Fugatti cita l'Austria e chiede ristori per tutto l'indotto in caso di chiusura degli impianti

24 novembre - 18:26

Sono 143 i positivi e 14 i decessi. Stabile il rapporto contagi/tamponi che resta sotto la soglia del 10%. Aumenta il numero dei ricoveri nei normali reparti e cala quello in terapia intensiva, 176 i guariti nelle ultime 24 ore, un dato che anche oggi supera quello dei nuovi infetti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato