Contenuto sponsorizzato

Una scialpinista si fa male a 2.200 metri, il Soccorso alpino interviene con quad e sci

La donna è stata stabilizzata e messa sulla barella con materassino a depressione, quindi il trasporto a valle per raggiungere l'ambulanza per il trasferimento all'ospedale Santa Chiara di Trento

Pubblicato il - 07 dicembre 2019 - 21:59

LEVICO. Una giornata impegnativa per il Soccorso alpino. Dopo il doppio intervento tra le Pale di San Martino, le unità della Valsugana sono state chiamate in causa tra la cresta del Fravort e Pian dei Cavai, sempre per soccorrere uno scialpinista. 

 

La prima operazione di soccorso era scattata a Cima Bureloni, dove un uomo era scivolato a valle per un centinaio di metri lungo il Canalone nord a quota 2.400 metri, mentre poco dopo l'elicottero è intervenuto sul ghiacciaio del Travignolo per una scialpinista caduta per 200 metri (Qui articolo).

 

Il terzo soccorso è scattato invece intorno alle 15.30 di sabato 7 dicembre, una scialpinista si è procurata un trauma a un ginocchio mentre stava scendendo tra la cresta del Fravort e Pian dei Cavai a una quota di 2.200 metri insieme ad altre due persone.

 

I compagni di escursione hanno immediatamente interessato il Numero unico per le emergenze e il Soccorso alpino è subito entrato in azione. 

 

Il coordinatore dell'Area operativa Trentino centrale ha chiesto l'intervento dell'unità della stazione di Levico. Gli otto operatori hanno raggiunto l'infortunata con quad e sci di alpinismo.

 

La donna è stata stabilizzata e messa sulla barella con materassino a depressione. E' stata quindi trasportata fino a valle, da lì un'ambulanza l'ha prelevata per il trasferimento all'ospedale Santa Chiara di Trento. L'operazione di soccorso si è conclusa intorno alle 19.30.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 12:31

Il leader carismatico della Lega ha provato il tutto per tutto in queste settimane di campagna elettorale cercando di raccattare anche l'ultimo voto tra citofoni, accuse di spaccio a negozianti, felpe di piloti morti, retorica del dolore (con Bibbiano che lo ha ripagato votando al 40% per il solo Pd). Ha schierato parlamentari e amministratori (anche trentini compreso il presidente della Provincia Fugatti), scattato e fatto scattare migliaia di selfie ma alla fine la gente ha riempito le urne 

27 gennaio - 15:50

Sabato scorso è arrivata da Roma la richiesta di istituire a livello locale una task force di coordinamento delle attività che si faccia carico, tra l'altro, anche della comunicazione relativa all’emergenza

27 gennaio - 15:31

L'allerta è scattata a Corvara, dove tra una mancata precedenza e il conducente costretto a sterzare bruscamente per evitare l'impatto, il veicolo è ruzzolato fuori dalla carreggiata per rovesciarsi su un lato. I pompieri si sono armati anche di pala per spianare l'area e rimuovere il mezzo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato