Contenuto sponsorizzato

Viene tamponato, l'auto sbalza in avanti e investe un pedone, incidente a catena in Valsugana

E' avvenuto poco prima delle 18 a Pergine all'altezza della rotatoria tra viale Venezia e via al Lago che porta verso San Cristoforo. Un'auto rallenta per fare passare un pedone, ma viene tamponata e nell'urto colpisce un pedone

Pubblicato il - 15 aprile 2019 - 18:54

PERGINE. Incidente a catena a Pergine, un tamponamento e nell'urto un'auto viene sbalzata in avanti e investe un pedone

 

E' avvenuto poco prima delle 18 all'altezza della rotatoria tra viale Venezia e via al Lago che porta verso San Cristoforo.

 

Un veicolo ha rallentato la corsa per far attraversare un pedone, ma il mezzo dietro non si è accorto in tempo ed è finito per tamponare la macchina ormai ferma

 

A quel punto la vettura è stata leggermente sbalzata in avanti, quanto basta per investire il malcapitato pedone che ormai aveva occupato la carreggiata sulle strisce pedonali.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, tre ambulanze e un'autosanitaria, i vigili del fuoco di Pergine, i carabinieri e la polizia locale per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale medico si è preso carico dei feriti.

 

Tre le persone coinvolte, che fortunatamente non sono gravi, anche se sono stati trasportati all'ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti e approfondimenti.

 

Diversi i disagi alla viabilità a causa dell'incidente, code e rallentamenti si sono formate quasi subito. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

25 aprile - 16:14

Un'auto nell'affrontare una curva prima dell'abitato di Nogarè ha stretto troppo la traiettoria per uscire di strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato