Contenuto sponsorizzato

Avevano violentato in gruppo una ventenne 5 anni fa, arrestato uno dei giovani che aveva partecipato all'aggressione

Era successo nei giardini di Piazza Venezia. Una sera la giovane, all'epoca ventenne, con un amico erano stati bloccati dalla compagnia, composta da tre maschi e tre femmine che li aveva aggrediti. Ora il giovane dovrà scontare una pena di 4 anni di reclusione 

Pubblicato il - 23 July 2020 - 19:19

TRENTO. Cinque anni fa assieme ad altre 5 persone, tra cui tre ragazze, aveva abusato di una ventenne nei giardini di Piazza Venezia. Questa mattina all’alba la squadra mobile della Questura di Trento ha dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Trento a carico di un ventottenne nato a Genova, residente in provincia di Trento, perché ritenuto colpevole del reato di violenza sessuale di gruppo.

 

La vittima, all'epoca ventenne, domiciliata a Gardolo, in una serata di fine settembre si trovava con un amico di passaggio verso il parco di piazza Venezia, diretta verso casa. Attirata da alcune grida provenienti dal giardino antistante la piazza, si è avvicinata con l’amico ad un gruppo di coetanei composto da tre ragazze e tre ragazzi.

 

Una volta a pochi metri dai giovani, la vittima ed il suo accompagnatore, si sono resi conto che i sei erano palesemente in uno stato di alterazione, derivante dall’assunzione di sostanze stupefacenti e dall’abuso di alcol, al punto tale da gridare frasi prive di senso e da aggredire la giovane che si era avvicinata con l'amico. Il gruppetto, infatti, accortosi della presenza dei due ha incalzato il ragazzo perché gli desse del denaro, inveendo anche contro la ragazza con insulti.

 

Contemporaneamente la ragazza è stata afferrata e bloccata dalle tre giovani facenti parte del gruppo e intanto il suo accompagnatore è stato aggredito con calci e pugni sferrati dai maschi. Il giovane, però, approfittando di un attimo di distrazione dei suoi aguzzini, è riuscito a fuggire abbandonando, però, la giovane nelle mani della compagnia.

 

Questa, immobilizzata e pietrificata dalla paura, è stata spogliata dai ragazzi, tra cui il giovane arrestato questa mattina dagli investigatori della Squadra Mobile, e costretta a subire pesanti palpeggiamenti. Ma non si è persa d’animo ed è riuscita a divincolarsi e a scappare, approfittando dei riflessi poco pronti dei suoi violentatori, offuscati dal mix di sostanze alcoliche e droga assunto poco prima della violenza.

 

Le successive indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Trento hanno permesso di individuare, grazie alle descrizioni particolareggiate della vittima, la compagine dei violentatori, tra cui il giovane arrestato questa mattina dalla Squadra Mobile, che dovrà scontare una pensa di 4 anni di reclusione nella casa circondariale di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 June - 17:00
 Le zone maggiormente colpite sono quelle della Val Sarentino, della Bassa Valle Isarco e dello Sciliar dove si è verificato un forte [...]
Cronaca
18 June - 16:16
Mentre l'Apss annuncia un'audizione di tutto il personale dell'unità operativa e l'ospedale è sempre più al centro dell'attenzione nazionale tra [...]
Cronaca
18 June - 15:48
Il progetto di maturazione controllata fa parte di un programma complessivo per la riqualificazione ecologica generale di Ledro iniziato già nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato