Contenuto sponsorizzato

Azienda fantasma per prendere i contributi trentini, nei guai un imprenditore bolognese

La Corte dei Conti ha citato a giudizio un imprenditore. Il danno ipotizzato è di oltre 105 mila euro

Pubblicato il - 15 febbraio 2020 - 11:00

TRENTO. Sono venuti in Trentino, hanno preso i contributi, ma poi sul nostro territorio non hanno fatto praticamente nulla. A finire nei guai un imprenditore bolognese che è stato citato a giudizio dalla Corte dei Conti per un danno di circa 105 mila euro.

 

Non è la prima volta che accade, già in passato situazioni simili sono state individuate e denunciate. In questo caso si tratta di un progetto innovativo di ricerca, produzione e di commercializzazione di manufatti di design.

 

Il modus operandi è sempre lo stesso. La società ha presentato il progetto innovativo per incassare i contributi elargiti da Trentino Sviluppo. Poi, però, in nessun modo opera sul nostro territorio, come invece è richiesto nel bando, ma utilizza solamente una sede fittizia dove all'interno non vi si trova praticamente nulla dell'ipotetica nuova azienda.

 

Grazie però ai controlli continui e alle indagini condotte dalla Guardia di Finanza si è arrivati alla citazione in giudizio di un imprenditore di Bologna. Il danno ipotizzato è di 105.763.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 17:44
Sono stabili le ospedalizzazioni con una persona in più in terapia intensiva. I guariti superano i nuovi positivi
Cronaca
26 gennaio - 11:59
Durante le fasi d'arresto, non sono mancati i momenti di tensione, il giovane infatti ha opposto resistenza
Cronaca
26 gennaio - 16:03
Il 61enne da un anno e mezzo lottava contro le complicazioni causate da una puntura di zecca. Ricoverato all'ospedale di Belluno era riuscito a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato