Contenuto sponsorizzato

Barbara aveva una bimba di tre anni, è stata assassinata da uno stalker a coltellate

Ieri notte l'allarme lanciato dal marito che non l'ha vista rincasare. Il corpo della donna è stato ritrovato riverso a terra nell'enoteca che gestiva

Pubblicato il - 11 marzo 2020 - 08:36

BOLZANO. Immortalato dalle immagini delle telecamere proprio nell'orario in cui è avvenuto l'omicidio. E' stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario il 25enne di Terlano che nella notte tra lunedì e martedì avrebbe ucciso a coltellate Barbara Rauch, la ragazza di 28 anni trovata morta a San Michele di Appiano.

 

Le indagini sono in corso anche se il 25enne di Terlano Lukas Oberhauser avrebbe ammesso le proprie responsabilità.

 

I due si conoscevano, il ragazzo aveva perseguitato Barbara già in passato e ne era ancora ossessionato. Uno stalker già denunciato ma questo non è servito per salvare la vita alla povera donna.

 

Barbara Rauch era madre di una bimba di tre anni. Il suo corpo senza vita è stato trovato sul pavimento dell'enoteca che gestiva. E' stata accoltellata senza pietà numerose volte.

 

A dare l'allarme è stato il marito che non aveva visto rincasare la compagna e allo stesso tempo alcune persone si sono accorte del corpo ed hanno avvisato immediatamente le forze dell'ordine.

 

Le indagini, come già detto, sono ancora in corso e i carabinieri stanno ricostruendo la dinamica dei fatti sia analizzando gli spostamenti dell'indagato attraverso le immagini delle telecamere ma anche attraverso alcuni oggetti che sono stati sequestrati. Il 25enne è stato fermato nel corso della notte mentre vagava per Terlano.

 

E' stata disposta l'autopsia della donna.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

21 ottobre - 16:14

Lo studio realizzato dall'ospedale di Negrar conferma che mantenere bassa la circolazione del virus e l’esposizione al contagio con l’uso di mascherine e il rispetto del distanziamento può vere un impatto non solo sul numero assoluto di casi, ma anche indirettamente sulla severità dei casi stessi

21 ottobre - 17:18

Il primo a prendere questa decisione di assoluto buon senso (visto che l'anima di questi eventi è costruita sulla logica dell'assembramento, della convivialità e della presenza di tanti turisti) è stato il sindaco di Trento Franco Ianeselli. Attaccato dalla maggioranza leghista che governa la Provincia poco dopo è stato seguito da Kompatscher e da tutto l'Alto Adige. Oggi la decisione ufficiale del sindaco Sboarina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato