Contenuto sponsorizzato

Cani molecolari e droni, ancora nessuna notizia di Primo De Bortoli. Proseguono le ricerche

L'uomo di Pedavena è scomparso da una settimana. In campo il soccorso alpino, i cani molecolari e anche i droni 

Pubblicato il - 05 August 2020 - 17:51

BELLUNO. Continuano senza sosta le ricerche di Primo De Bortoli, l'uomo di Pedavena scomparso il 29 luglio.

 

In campo oltre i vigili del fuoco ci sono anche le unità cinofile dei carabinieri oggi nella zona di Pian d’Avena e Col Melon.

 

Secondo le ultime informazioni fornite ieri dal soccorso alpino, un testimone ha visto Primo scendere a Pian d'Avena dall'autobus e si ipotizza possa essere risalito verso Croce d'Aune visto che nella zona di Col Melon la sua famiglia ha delle proprietà.

 

Primo De Bortoli è alto un metro e 80, magro di corporatura, con capelli castano scuro e occhi verdi. Al momento in cui è uscito di casa indossava jeans e t-shirt, calzava scarponi da montagna e aveva con sé uno zaino mimetico.

 

Nelle ricerche di oggi grande dispiegamento anche del soccorso alpino Feltre ma anche Belluno, Prealpi Trevigiane, Pedemontana del Grappa, Longarone, Alpago, con il Centro mobile di coordinamento e unità cinofile di superficie e molecolari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
21 aprile - 15:39
Per i portavoce dei biodistretti di Trento, Gresta e Valle dei Laghi il ddl promosso dall'assessora Zanotelli è da bocciare: ''I tempi [...]
Montagna
21 aprile - 12:03
Nonostante il periodo di lockdown, il numero di interventi in ambiente montano nel 2020 è aumentato di 73 unità rispetto al 2019, anno in cui gli [...]
Cronaca
20 aprile - 16:11
C'è perplessità riguardo alla recente decisione della Provincia di autorizzare la permuta dell'ex Villa Rosa con Castel Valer, il castello [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato