Contenuto sponsorizzato

Con le chiese chiuse in Tirolo arriva la "messa drive-in"

La curiosa soluzione arriva dal Tirolo, dove per ovviare all'impossibilità di assistere alla funzione domenicale si è deciso di tenere una messa per un centinaio di fedeli-automobilisti parcheggiati in una nota zona sciistica. Intanto, in Italia, le celebrazioni riprenderanno secondo l'accordo stretto fra Cei e governo a partire dal 18 maggio, nel rispetto delle norme di sicurezza

Pubblicato il - 11 May 2020 - 16:21

LANDECK. In tempi di epidemia, anche andare in chiesa sottostà a delle limitazioni. E mentre in Italia, dopo le polemiche scoppiate tra la Cei e il governo sulla libertà di culto, ci si prepara a riaprire alle messe da lunedì prossimo, 18 maggio, dall'Austria arriva notizia di una modalità tutta particolare di partecipazione alle celebrazioni domenicali.

 

Il parcheggio di una nota stazione sciistica tirolese, infatti, si è trasformato in una “chiesa drive-in”, dove un centinaio di auto ha partecipato ad una parallela celebrazione cattolica e protestante organizzata dalle rispettive chiese del luogo. Il curioso fatto è avvenuto a Zams, nel distretto di Landeck, nel Tirolo orientale.

 

Dopo essersi registrati anticipatamente, i fedeli si sono potuti radunare nel parcheggio da cui partono le funivie del Venet, assistendo comodamente dalla propria auto, coi finestrini abbassati e ad una distanza di sicurezza dagli altri veicoli parcheggiati, alle funzioni tenute dal parroco cattolico e dal pastore protestante. Il tutto grazie a degli altoparlanti montati appositamente, i quali amplificavano le parole e la musica pronunciate e suonate da un balcone visibile a tutti.

 

I fedeli-automobilisti hanno dovuto però rinunciare al sacramento della comunione, non impartito per evitare il rischio di contagio. Per scambiarsi il “segno della pace”, invece, pare abbiano dovuto suonare il clacson.

 

Nella provincia di Trento, sulla scia dell'accordo stretto tra la Conferenza episcopale italiana e l'esecutivo, dal 18 maggio dovrebbero ricominciare le celebrazioni, nel rispetto della normativa sanitaria.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ricerca e università
21 aprile - 20:22
Secondo lo studio di Unitn le restrizioni riducono i contagi più dei vaccini. La ricercatrice: “Per non far ripartire il contagio sarà [...]
Cronaca
21 aprile - 19:25
Trovati 120 positivi, comunicato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 142 guarigioni. Sono 1.255 i casi attivi [...]
Politica
21 aprile - 17:34
I sindacati chiedono prima un cambio di passo su trasporti, utilizzo delle mascherine Ffp2 e vaccinazioni agli insegnanti: “E’ ovvio che [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato