Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, addio allo scrittore Luis Sepúlveda. Ha lottato per settimane contro covid-19

Sepúlveda aveva raggiunto la fama nel 1989 con il suo primo romanzo: Il vecchio che leggeva romanzi d'amore. Ma tra i suoi libri più conosciuti anche "Storia di una gabbianella e del gatto le insegnò a volare”

Pubblicato il - 16 aprile 2020 - 11:30

TRENTO. E' una giornata triste per il mondo della cultura e non solo. Lo scrittore cileno Luis Sepúlveda è morto in un ospedale delle Asturie dopo aver lottato per settimane contro il coronavirus.

 

Era ricoverato da fine febbraio, aveva 70 anni. Attivista instancabile ma anche eccellente scrittore, i suoi libri sono conosciuti in tutto il mondo, Sepúlveda aveva raggiunto la fama nel 1989 con il suo primo romanzo: Il vecchio che leggeva romanzi d'amore.

 

Nato a Ovalle nel 1949, in Cile, era stato naturalizzato francese. Oltre che scrittore era giornalista, sceneggiatore e regista. Aveva lasciato il Cile dopo l'incarcerazione subita da parte del regime di Augusto Pinochet. Fu, dunque, uno dei tanti esuli tra gli intellettuali sudamericani della sua generazione. Fu anche per questo un grande viaggiatore spostandosi in numerosi parti del mondo che amava poi raccontare, fino al suo arrivo in Europa, prima in Germania, poi in Spagna, nelle Asturie.
 

Nei suoi testi si parla di Sud America ma anche di dittature militari, dei popoli indigeni fino al razzismo presente in Europa e tanti altri temi. 

 

Dei suoi libri molto apprezzato il dolcissimo “Storia di una gabbianella e del gatto le insegnò a volare”, che in pochissimo divenne un vero e proprio successo mondiale e pochi anni dopo porterà alla pubblicazione di “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”, “Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza”, “Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà”, e da ultimo nel 2018 “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato