Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, c'è purtroppo un morto: ''Da tempo in lotta in rianimazione''. Un nuovo positivo a fronte di quasi 400 tamponi

Complessivamente il totale sale a 5.457 casi e 469 morti da inizio epidemia. Dopo dieci giorni consecutivi, si registra un nuovo lutto legato all'emergenza sanitaria. Sono stati analizzati 395 tamponi (312 letti da Apss e 83 da Cibio) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,25%. Ci sono 5 persone ricoverate nelle strutture ospedaliere 

Di Luca Andreazza - 15 giugno 2020 - 17:51

TRENTO. C'è, purtroppo, un decesso a causa di Covid-19 e un nuovo positivo. Questi i dati comunicati per oggi,lunedì 15 giugno, da Provincia e Azienda provinciale per i servizi sanitari per quanto riguarda l'aggiornamento dell'emergenza coronavirus.

 

Complessivamente il totale sale a 5.457 casi e 469 morti da inizio epidemia. Dopo dieci giorni consecutivi, si registra un nuovo lutto legato all'emergenza sanitaria. "Il Covid-19 ha avuto la meglio su una persona anziana non proveniente da Rsa da tempo in lotta in rianimazione. Il rapporto dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari - commenta la nota della Provincia - parla anche di un nuovo contagio: non si tratta di minorenne o di un ospite delle case di riposo, ma di una persona individuata tramite screening".

Sono stati analizzati 395 tamponi (312 letti da Apss e 83 da Cibio) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,25%. Ci sono 5 persone ricoverate nelle strutture ospedaliere mentre non ci sono pazienti in terapia intensiva a seguito dell'ultimo decesso all'ospedale di Rovereto.

 

"L'attività concernente i tamponi - aggiunge la Pat - rispecchia i valori che solitamente si registrano dopo la pausa domenicale: 395 i test. Dal Commissariato del governo i dati sui controlli: 2 sanzioni su 1.431 verifiche a persone e nessuna irregolarità tra i 340 esercizi commerciali controllati".

 

Un nuovo decesso anche in Alto Adige. All'ospedale San Maurizio di Bolzano è stata registrata una nuova vittima legata al coronavirus. Il totale sale a 292 persone decedute nel corso dell'epidemia.

 

Sono 175 le vittime del Covid-19 nelle strutture ospedaliere, altre 117 sono decedute nelle case di riposo. I laboratori dell'Azienda sanitaria hanno analizzato nelle ultime 24 ore 150 tamponi, nessun test è risultato positivo. Il conteggio resta così fermo a 2.611 casi da inizio epidemia

Nei normali reparti dei 7 ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell'esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati complessivamente 9 pazienti affetti da Covid-19. Altre 15 persone assistite dall'Azienda sanitaria sono casi sospetti. A seguito del decesso avvenuto nelle ultime 24 ore, i reparti di terapia intensiva in provincia non ospitano attualmente nessun paziente affetto da Covid, mentre un altoatesino rimane ricoverato in un reparto analogo in Austria.

 

Sono 301 le persone che, invece, si trovano attualmente in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare. Sono 10.891 quelle che hanno già concluso queste misure, mentre 11.192 sono i cittadini a cui sono state imposte (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 13:10

Dopo quanto accaduto a Ischgl tra febbraio e marzo il cancelliere austriaco ha annunciato una serie di misure che si applicheranno questa stagione sulle piste. Mascherine in funivia, distanza di un metro gruppi di massimo 10 persone per le scuole di sci

24 settembre - 15:44

Il piccolo era a casa da venerdì e nel frattempo è arrivato l'esito positivo del tampone, così l'istituto ha attivato scrupolosamente le procedure per fronteggiare questo caso. L'attenzione sul comparto della scuola resta alta, così come in altri settori quali la filiera dell'agroalimentare e della lavorazione di prodotti di consumo

24 settembre - 14:48

Durante l'ennesima lite in piena notte un vicino di casa ha lanciato l'allarme e ad intervenire sono stati immediatamente i carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato