Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, l’appello delle Apsp: “Preoccupati della situazione sanitaria, servono soluzioni comuni”. Dall'Alto Garda una lettera ai sindaci

Quattro presidenti di altrettante case di riposo dell’Alto Garda e Ledro hanno scritto una lettera indirizzata ai sindaci della zona, chiedendo un incontro perché, spiegano: “Le linee guida della Pat e i piani anti-covid in atto stanno portando una forte diminuzione dei posti letto provocando un aggravamento della sostenibilità economica”

Foto d'archivio
Di Tiziano Grottolo - 18 ottobre 2020 - 15:08

ALTO GARDA. La lettera è indirizzata ai 7 sindaci dell’Alto Garda e Ledro e porta la firma dei quattro presidenti delle Apsp della zona, Marisa Dubini (Giacomo Cis – Ledro), Carla Ischia (Residenza Molino – Dro), Paolo Mattei (Fondazione – Arco) e Lucio Matteotti (Città di Riva – Riva) che si dicono “preoccupati per la situazione sanitaria in atto”.

 

Ma la pandemia non è l’unica preoccupazione, le case di riposo infatti devono affrontare anche il problema economico: “Le linee guida della Pat e piani anti-covid in atto, che scrupolosamente stiamo seguendo, stanno portando una forte diminuzione dei posti letto accreditati e convenzionati, provocando un aggravamento della sostenibilità economica”.

 

Si tratta di un vero e proprio grido d’allarme quello lanciato dai presidenti delle strutture che sottolineano come l’impossibilità di erogare servizi alla popolazione, abbinata a una mancanza di progettualità della politica socio-sanitaria per gli anziani non sufficienti delle nostre comunità, rendono assai complessa, quasi impraticabile, l’organizzazione e la gestione delle strutture stesse”.

 

Per questo i vertici delle Apsp hanno ritenuto doveroso coinvolgere le amministrazioni locali e proporre un incontro, invitando sindaci e assessori competenti a partecipare, per spostare l’attenzione sulle problematiche da risolvere e possibilmente tracciando un percorso comune da percorrere assieme.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato