Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, prendeva l'autobus e andava a prendere la droga. Denunciato e multato un giovane trentino

 I cittadini avevano notato nelle ultime settimane sui collegamenti Val di Fassa e Bolzano dei movimenti anomali e hanno avvisato i carabinieri

Pubblicato il - 20 aprile 2020 - 10:34

CAVALESE. Prendeva l'autobus per spostarsi e andare a rifornirsi di droga. Purtroppo, però, i movimenti anomali delle ultime settimane sui collegamenti Val di Fassa e Bolzano, hanno insospettito i cittadini che hanno segnalato ai carabinieri questa strana situazione.

 

Non si fermano i disobbedienti, che senza un valido e giustificato motivo, escono di casa, incuranti della propria e altrui incolumità. Allo stesso tempo le forze dell'ordine hanno intensificato i controlli anche viste le “nuove precauzioni” che consumatori e spacciatori assumono, per continuare nelle compravendite con la scelta di luoghi, orari e punti d’incontro, sempre diversi.

 

I Carabinieri hanno quindi iniziato mirati servizi, per verificarne l’affidabilità della fonte e proprio alla fermata degli autobus di Pera di Fassa, è stato individuato un giovane locale, che proveniente da Bolzano, si è allontanato frettolosamente, destando sospetti.

 

La successiva perquisizione personale ha permesso di rinvenire circa 20 grammi tra cocaina e marijuana, posti sotto sequestro.

 

Il ragazzo, oltre alla segnalazione quale assuntore di stupefacenti al locale Commissariato per il Governo per le successive sospensioni delle autorizzazioni di polizia, è stato multato per la violazione della normativa contro la diffusione di covid19 poiché il suo irrefrenabile desiderio di stupefacente lo ha portato fuori dal comune di residenza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

23 ottobre - 09:59

Lo sciopero è stato indetto per 24 ore e riguarda anche il Trentino. In particolare i treni regionali potrebbero subire delle modifiche. Nel frattempo Trenitalia ha attivato un numero verde

23 ottobre - 09:27

Il premier Conte si è dato una settimana o dieci giorni di tempo per decidere. Si dovranno valutare gli effetti delle misure che sono state messe in campo nei giorni scorsi. Si stanno già pensando, però, nuove strette anti covid. Intanto le Regioni sulle chiusure vanno in ordine sparso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato