Contenuto sponsorizzato

Dai ''Seggi Covid'' e ''volanti'' all'igienizzazione delle cabine e non c'è la preferenza di genere: ecco come si voterà

Dal referendum alle comunali e alle circoscrizioni. Si voterà domenica e lunedì e saranno previsti anche dei seggi speciali. All'ingresso si troverà gel igienizzante e le schede saranno toccate solo dai votanti. 

Di Marianna Malpaga - 16 settembre 2020 - 13:16

TRENTO. Elezioni spalmate su due giornate per evitare gli assembramenti, 8 seggi volanti per garantire la possibilità di voto in ospedali, case di cura e Rsa, 10 seggi speciali tra cui il ''seggio Covid''. Ormai è tutto pronto per il voto tra referendum, elezioni comunali ed elezioni circoscrizionali. Come detto il tutto sarà spalmato su due giorni per evitare assembramenti: le giornate individuate sono domenica 20 settembre (dalle 7 alle 23) e lunedì 21 settembre (dalle 7 alle 15).

 

Sono oltre 99 mila gli aventi diritto per le elezioni comunali nel solo Comune di Trento. 98 i seggi a disposizione, a cui si aggiungono otto seggi volanti, che permetteranno la raccolta del voto in ospedali, case di cura e casa circondariale; dieci seggi speciali, tra cui il “seggio Covid”, per tutte le persone che si trovano in quarantena o in isolamento fiduciario, affidato al personale di Croce Rossa e Protezione civile; e due seggi per i militari.  Lo scrutinio delle schede del referendum si svolgerà lunedì dalle 15 in poi, mentre quello delle schede di elezioni comunali e circoscrizionali inizierà nella giornata di martedì 22, a partire dalle 9. Per le comunali, nel caso in cui nessun candidato sindaco dovesse superare la soglia del 50%, si andrà al ballottaggio domenica 4 ottobre dalle 7 alle 21.

 

Come si entrerà al seggio?

Gli elettori dovranno presentarsi al seggio con tessera elettorale e documento d’identità. Dovranno indossare la mascherina e igienizzare le mani prima di entrare nel seggio e prima di uscirvi. Saranno gli elettori a porre nell’urna le tre schede (per referendum, comunali e circoscrizionali) che riceveranno; il personale del seggio le toccherà solamente in fase di scrutinio. Tutti i seggi (tranne due) sono raggiungibili anche per le persone con problemi di deambulazione. I 98 seggi verranno puliti più volte nel corso della giornata. Sono 9 (su 25) le scuole del comune di Trento che ospiteranno dei seggi elettorali. In alcuni istituti, come ad esempio a Martignano, alle Sanzio e alle Bellesini, ciò non comporta l’interruzione dell’attività scolastica.

 

Come si vota?

Per comunali e circoscrizionali, ciascun elettore ha il diritto di votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste a lui collegate. È possibile esprimere due preferenze nella lista indicata, scrivendo cognome (e, se necessario, nome e cognome) della persona che si vuole eleggere. Non c’è la preferenza di genere; questo vuol dire che si possono anche votare due uomini o due donne. 

 

Per il referendum, invece, il quesito stampato sulla scheda è: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari’, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n. 240 del 12 ottobre 2019?”. Votando , si esprime la volontà di confermare le modifiche previste dalla legge costituzionale approvata nel 2019, e cioè si conferma la riduzione del numero di parlamentari. Votando no, si manifesta la volontà di mantenere il testo costituzionale nella formulazione attuale, e cioè si boccia la riduzione del numero dei parlamentari. Perché il voto sia valido non serve il raggiungimento del “quorum”, a differenza dei referendum abrogativi.

 

I “seggi Covid”.

Questi dieci seggi saranno gestiti dal comune di Trento e dal comune di Rovereto. Le persone in quarantena o in isolamento fiduciario dovevano fare domanda entro la giornata di ieri per poter beneficiare di questo servizio, garantito grazie al personale di Croce Rossa e Protezione Civile. Nella sola città di Trento sono state presentate 7 domande per i “seggi Covid”. Le persone che votano in questi seggi e non sono residenti né a Trento né a Rovereto potranno però votare solo per il referendum costituzionale, e non per le elezioni comunali.

 

Voto assistito. Possono usufruirne gli elettori ciechi, amputati alle mani, affetti da paralisi agli arti superiori, che possono farsi accompagnare in cabina elettorale da una persona di fiducia. Se l’impedimento non è evidente, è necessario munirsi di certificato medico rilasciato gratuitamente dall’Azienda sanitaria che attesti che l’elettore non può esprimere da solo il voto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 10:50

Dove è passato Salvini la Lega ha perso (o al massimo è andata al ballottaggio) e anche chi ha cercato di portare il Patt verso quella sponda, come il presidente Panizza, è stato bocciato anche a casa propria. Gli errori del segretario Bisesti sono stati evidenti in tutti i campi ma Fugatti c'ha messo del suo con l'incredibile (ed effettivamente non credibile) annuncio del concerto di Vasco per il prossimo anno

23 settembre - 01:29

Se il Pd è il primo partito, la lista di Ianeselli è il secondo nel blocco del centrosinistra autonomista a quota 7,94%, tallonato dal Patt e poi da Futura. Nel centrodestra fa due consiglieri Fratelli d'Italia e tre la lista Trento Unita Merler Sindaco. La Lega piazza 5 esponenti

23 settembre - 09:09

Il Partito Democratico passa da un 12,6% del 2015 al 6,86 ma cala anche il Patt. Tra gli eletti con il maggior numero di voti ottenuti c'è Daniela Casagrande di Civic@ per Pergine seguita da Carlo Pintarelli (322 voti) di prospettiva Futura e Stefano Tomaselli del Patt con 230 voti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato