Contenuto sponsorizzato

Disinnescata la bomba d’aereo statunitense scoperta in un cantiere. Evacuati oltre 4mila bolzanini (IL VIDEO)

Le operazioni condotte dall'Esercito Italiano si sono concluse nel migliore dei modi. Era stata chiusa anche l'A22 per permettere lo svolgimento dell'intervento in piena sicurezza

Pubblicato il - 27 September 2020 - 13:48

BOLZANO. E' andato tutto bene. Il disinnesco di una bomba d’aereo statunitense (Anm64) da 500 libre rinvenuta nel centro di Bolzano riaffiorata in un cantiere di viabilità pubblica e simile ad un altro ordigno già disinnescato nell’ottobre 2019 è andata a buon fine. 

 


 

L'operazione Zentrum Bis, che ha visto impegnato l’Esercito Italiano si è conclusa nel migliore dei modi. Le attività per le predisposizioni in situ sono iniziate nei giorni scorsi con la realizzazione di importanti opere di contenimento a protezione dell'area destinata alle operazioni di bonifica. Inoltre era stata bloccata la circolazione lungo la A22 nel tratto compreso tra le stazioni di Bolzano sud e Bolzano nord, in entrambe le direzioni di marcia, dalle 09:30 alle 11 nonché lungo la SS12 tra l’intersezione tra via Pacinotti e via Siemens in entrata da sud nell’abitato di Bolzano.

 

In considerazione della delicatezza del tipo di intervento, su indicazione dei militari del 2° reggimento genio guastatori, Brigata alpina Julia, dell’Esercito Italiano dalle prime ore del mattino, le Autorità preposte hanno attuato un'evacuazione temporanea dei cittadini bolzanini, circa 4082 abitanti, chiudendo al traffico le più importanti vie di comunicazione stradali, autostradali e ferroviarie, il tutto in una importante cornice di sicurezza garantita dagli uomini della polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale e vigili del fuoco della Provincia di Bolzano.

 

 

Alle 10:40 l’ordigno era già stato despolettato dagli artificieri del 2° reggimento genio guastatori supportati dagli assetti sanitari del Corpo Croce Rossa Militare, e cosi si è potuto ridare la possibilità a quanti si erano trovati nella condizione di sfollati di rientrare nelle proprie abitazioni e contestualmente è stata riaperta la viabilità stradale locale, ferroviaria ed autostradale.

 


 

''Si è trattato - comunicano dall'Esercito - di un’operazione pianificata e condotta con perizia e nel dettaglio, dall’ormai avviato sistema sinergico del comparto di protezione civile, a guida del commissariato del governo di Bolzano e del comando Truppe Alpine. L’attività odierna già complessa per il suo genere è stata svolta nel pieno rispetto da parte del personale impiegato delle norme tese a limitare il diffondersi del contagio da Coronavirus; e quanto posto in essere ha permesso di rendere nuovamente sicura la città di Bolzano e ha ancora dimostrato come gli assetti dell’Esercito Italiano siano in grado di intervenire efficacemente a favore della pubblica incolumità cosi come avvenuto nel recente passato per disinneschi analoghi effettuati in Provincia''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 April - 13:04
Le riaperture annunciate dal governo Draghi, per il virologo Buroni, sarebbero decisioni politiche perché le conoscenze scientifiche non [...]
Cronaca
18 April - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
18 April - 12:53
L'enorme massa di ghiaccio di 6.000 chilometri quadrati si era staccata dall'Antartide nel 2017, dirigendosi lentamente verso l'isola della Georgia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato