Contenuto sponsorizzato

E' morto Piergiorgio Cattani. Lutto nel mondo culturale, sociale e politico. Ianeselli: ''Una grave perdita per tutto il Trentino''

E' arrivata questa mattina la tremenda notizia della morte di Piergiorgio Cattani presidente di Futura ma anche giornalista, editorialista, scrittore e punto di riferimento per molti 

Pubblicato il - 08 novembre 2020 - 11:52

TRENTO. E' un lutto enorme quello che ha colpito quest'oggi tutto il mondo culturale, sociale e politico del Trentino, e non solo, per la morte di Piergiorgio Cattani.

 

Nato a Trento nel 1976, giornalista e direttore del quotidiano online unimondo.org, è stato da sempre punto di riferimento per molti. Editorialista e autore di moltissimi libri che trattato temi politici e culturali.

 

Non è mai stato facile parlare di disabilità ma Piergiorgio, colpito da una malattia degenerativa, la distrofia muscolare di Duchenne, era riuscito a farlo in diverse occasioni parlando concretamente della condizione in cui vivono diverse persone offrendo spunti e non risparmiando mai nemmeno critiche ai cosiddetti decisori politici. Grande amico de ilDolomiti, spesso presente sulla nostre pagine con interventi e prese di posizione mai scontate e sempre dall'alto profilo umano e intellettuale.

 

Dopo le elezioni politiche del 4 marzo 2018 ha ricominciato a fare politica attiva, dopo essere uscito dal Partito Democratico nel 2011, diventando co-fondatore, insieme al dottor Renzo De Stefani, della associazione politica “Primaveratrentina” che poi è stata una delle promotrici del progetto “Futura2018” e che vede oggi esponenti eletti in consiglio provinciale e comunale di Trento.

 

In lacrime la vicepresidente Claudia Merighi che assieme all'assessore comunale Paolo Zanella, i consiglieri provinciali Paolo Ghezzi e Lucia Coppola, guidavano Futura. "Ci eravamo sentiti ieri sera in chat tutti insieme - racconta Merighi con la voce rotta dal pianto - per parlare della vittoria di Biden, per organizzare il prossimo direttivo e per temi che riguardano le circoscrizioni. Ci aveva dato come sempre la buona notte. Se ne è andata una parte di noi". Piergiorgio all'inizio di quest'anno era stato colpito da una brutta bronchite ma era riuscito a riprendersi completamente. "Eravamo tutti contenti perché era riuscito a guarire, era tenace, era la forza che ci diceva di non mollare mai" conclude Merighi.

 

A ricordare Piergiorgio Cattani anche il sindaco di Trento Franco Ianeselli. "Piergiorgio ha dimostrato a tutti come si può avere una vita complicata e difficile ma però viverla in una maniera assolutamente e intensa. La perdita di Piergiorgio è una perdita della città e di tutto il Trentino.  Ho parlato tanto con lui in campagna elettorale e lui è stato decisivo per l'unità"

 

La morte di Piergiorgio Cattani lascia un vuoto enorme per tutta la comunità e la redazione de il Dolomiti si stringe al dolore di familiari e amici.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 11:37
Rimane difficile anche la situazione negli ospedali del territorio con 98 i ricoveri in area medica, [...]
Cronaca
06 dicembre - 09:33
Nel mese di novembre sono stati 24 in tutto i contagi rilevati nelle strutture che fanno riferimento alla Federazione delle Scuole Materne. [...]
Cronaca
06 dicembre - 11:26
L'incidente è avvenuto poco prima delle 10. Sul posto la polizia locale per i rilievi
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato