Contenuto sponsorizzato

Farmaci anabolizzanti e dispositivi anti-covid illegali, i Nas di Trento smantellano un laboratorio clandestino

Vasta operazione in tutta Europa: colpiti 25 gruppi criminali con l’arresto di 667 persone, smantellati 10 laboratori clandestini e sequestri, fra sostanze dopanti e dispositivi anti-Covid illegali, per oltre 73 milioni di euro. I carabinieri dei Nas in azione anche in Trentino-Alto Adige

Di T.G. - 10 dicembre 2020 - 15:57

TRENTO. Il bilancio parla di centinaia di arresti e oltre un migliaio di denunce, oltre al sequestro di un’enorme quantità di sostanze dopanti e dispositivi anti-Covid, così i carabinieri del Nas hanno portato a termine l’operazione internazionale “Shield” che ha coinvolto 19 Paesi dell’Unione Europea nonché di Albania, Bosnia Erzegovina, Colombia, Moldavia, Norvegia, Serbia, Repubblica della Macedonia del Nord, Ucraina.

 

Nel mirino delle forze dell’ordine la cosiddetta “criminalità farmaceutica” che opera nel settore dei traffici di sostanze dopanti (usati in particolare nelle gare sportive) ma anche nella produzione e distribuzione di farmaci contraffatti o provento di attività illegali. È proprio nell’ambito di questa maxi-operazione che alcuni giorni fa in Trentino-Alto Adige è stato smantellato un laboratorio clandestino attivo in Regione. La struttura si occupava di produrre e commercializzare sostanze dopanti (QUI articolo).

 

Nell’ambito dell’indagine, solamente in Italia, sono state arrestate 13 persone con 485 segnalazioni. Alla rete criminale sono state sequestrate 62.000 confezioni e circa 1.500.000 unità di medicinali contenenti principi attivi a varia indicazione terapeutica, principalmente riconducibili ad anabolizzanti, antibiotici, antinfiammatori, disfunzione erettile e vantanti proprietà per il trattamento del Covid-19. Recuperati anche 3 quintali di varie sostanze in polveri e cristalli, tra materiale da taglio e altre presumibilmente stupefacenti, in corso di analisi, rinvenute nel corso di un’operazione che, nell’ottobre scorso, ha portato alla scoperta di una stamperia clandestina di banconote in euro.

 

Ammontano, inoltre, a circa 2 milioni i dispositivi e presidi medici sequestrati in relazione all’emergenza Covid-19 poiché non conformi o illegalmente importati, tra mascherine, guanti, kit protettivi e Dpi, test diagnostici e liquidi igienizzanti, per un quantitativo di 15 tonnellate. Il valore commerciale di tutti i sequestri supera la cifra di 6.500.000 euro. Parallelamente sono stati oscurati 132 siti internet sfruttati dai criminali per vendere alcuni prodotti come medicinali o dispositivi anti-Covid.

 

Complessivamente l’operazione “Shield”, condotta nei territori dei vari Paesi aderenti, ha permesso di smantellare 25 gruppi criminali, sequestrare migliaia di medicinali e prodotti dopanti di vario genere, per un totale di oltre 25 milioni di unità e un valore commerciale di quasi 73 milioni di euro, individuare e sequestrare 10 laboratori clandestini. Ben 95 le indagini avviate che hanno condotto all’arresto di 667 persone e alla denuncia di altre 1.282. La sola azione mirata sul Covid-19, infine, ha portato al sequestro di oltre 32 milioni tra mascherine, test, kit diagnostici e dispositivi medici, 8 tonnellate tra sostanze chimiche e principi attivi e 70 tonnellate di liquido igienizzante per le mani.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 agosto - 16:45
Sono stati analizzati 421 tamponi tra molecolari e antigenici, trovati 12 positivi. Ci sono 10 persone in ospedale, 1 paziente in terapia [...]
Cronaca
02 agosto - 20:28
Due persone sono state trasportate all'ospedale per accertamenti e approfondimenti. L'incidente è avvenuto sulla strada che collega Andalo e Fai [...]
Cronaca
02 agosto - 19:25
Tra il successo dei Vaxbus in Alto Adige, l'arrivo dei pullman dedicati ai tamponi sul litorale veneto e la campagna di vaccinazioni 'sotto le [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato