Contenuto sponsorizzato

Fermato un “corriere” con quattro clandestini provenienti dall’Austria, Vienna però rifiuta di riaccoglierli

Una volta denunciati le autorità italiane hanno provato a riconsegnare gli irregolari all’Austria che però si è rifiutata di accoglierli, lasciando l’incombenza di trasportarli al Paese di primo ingresso all’Italia. Il “corriere” invece è stato trasferito in carcere

Pubblicato il - 23 maggio 2020 - 14:44

BRENNERO (BZ). È stato fermato al confine del Brennero con quattro clandestini a bordo e per lui si sono aperte le porte del carcere di Bolzano. Questa volta però, al contrario della maggior parte dei casi, il “corriere” non stava uscendo dall’Italia per raggiungere i paesi del nord ma procedeva esattamente nella direzione opposta.

 

I carabinieri di Vipiteno infatti, hanno fermato un’automobile, con targa austriaca, che stava entrando in Italia, proveniente dall’Austria appunto. Durante il controllo, il conducente, un autotrasportatore cittadino italiano residente a Reggio Calabria non è stato in grado di fornire una spiegazione sul perché i suoi passeggeri fossero tutti sprovvisti di documenti d’identità o permessi di soggiorno.

 

A quel punto i militari del posto di blocco hanno deciso di accompagnare tutti e cinque i soggetti in caserma per svolgere ulteriori verifiche e dove sono stati sottoposti a rilievi foto-dattiloscopici.

 

Dai controlli è emerso che tutti i passeggeri avevano la cittadinanza marocchina, pertanto sono stati denunciati a piede libero per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. Il “corriere” invece dovrà fare i conti con l’accusa, ben più grave, di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Terminate le formalità il reggino è stato condotto al carcere di Bolzano.

 

In seconda battuta i carabinieri hanno cercato di riconsegnare i quattro clandestini alle autorità austriache, quest’ultime però hanno opposto un secco rifiuto, rilevando che l’ingresso in area Schengen era avvenuto in altro Paese e quindi l’onere di trasportarli al Paese di primo ingresso spetta alle autorità che hanno rintracciato gli irregolari. I quattro sono stati mandati alla questura di Bolzano, competente in materia d’immigrazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato