Contenuto sponsorizzato

Immigrazione clandestina, fermato al Brennero un 44enne: tentava di far entrare in Italia illegalmente 4 persone

Durante la perquisizione della macchina, è stata trovata sotto il tappetino del passeggero la somma di 1700 euro probabile corrispettivo percepito per il viaggio

Pubblicato il - 22 giugno 2020 - 15:12

BOLZANO. Favoreggiamento all'immigrazione clandestina, questo quanto dovrà rispondere un uomo di 44 anni fermato alla barriera autostradale di Vipiteno da un pattuglia della polizia. L'obiettivo, hanno poi confermato le indagini, era quello di far entrare in Italia in maniera illegale alcune persone.

 

L'uomo, cittadino turco residente in Germania, a bordo del veicolo stava trasportando 4 cittadini stranieri, tre di nazionalità birmana ed uno bengalese, privi di documenti per entrare sul territorio nazionale.

 

Gli elementi emersi durante il controllo, tra i quali anche la presenza di molti bagagli nonostante il fatto le persone avessero detto di voler visitare Roma un paio di giorni, assieme agli accertamenti documentali più approfonditi hanno messo in evidenza l'illegalità del viaggio.

 

Durante la perquisizione dell'auto, inoltre, è stata trovata sotto il tappetino del passeggero, la somma di 1700 euro probabile corrispettivo percepito per il viaggio, relativamente alla quale nessuno dei fermati forniva giustificazioni.

 

Il conducente del veicolo è tratto in arresto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, procedendo inoltre al sequestro del veicolo e della somma di denaro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato