Contenuto sponsorizzato

In tilt (di nuovo) il sistema delle ricette dematerializzate. L'Apss: "Guasto a livello nazionale, nessuna conseguenza per i professionisti"

Dopo i problemi di più di un mese fa, il sistema informatico nazionale delle ricette dematerializzate ha presentato un nuovo guasto, mettendo in difficoltà i medici di famiglia e i pazienti che le necessitano per motivi lavorativi. I tecnici dell'Apss sono già al lavoro, ma non si sa quando la situazione potrà tornare alla normalità

Pubblicato il - 26 febbraio 2020 - 11:01

TRENTO. L'Azienda sanitaria ha comunicato la presenza di criticità nel sistema informatico delle ricette dematerializzate. “A livello nazionale – hanno scritto in una nota stampa – si stanno verificando disservizi per le prescrizioni elettroniche da ritirare in farmacia”.

 

I tempi di ripristino del servizio non sono al momento noti e non dipendono da problemi del sistema informatico provinciale. I tecnici dell'Azienda sanitaria provinciale per i servizi sanitari sono comunque impegnati a ridurre al minimo le conseguenze del disservizio.

 

Apss, inoltre, si scusa per i disagi causati ai professionisti e ai cittadini, assicurando che, trattandosi di un problema informatico a livello nazionale, non ci saranno conseguenze per i medici che non hanno potuto rilasciare le ricette in formato digitale.

 

Non è la prima volta che il sistema informatico delle ricette dematerializzate presenta problemi. Già a gennaio, l'Azienda sanitaria e i professionisti – obbligati per legge a rilasciare le ricette dematerializzate – si sono trovati in seria difficoltà a causa di un guasto a livello nazionale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 09:32

L’appello del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie: “Si mettano da parte le eventuali divergenze e si collabori al massimo. La difesa della salute e la protezione della vita per tutelare anche l’economia deve rimanere il nostro punto fermo”

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato