Contenuto sponsorizzato

Incendio alla cattedrale di Nantes, il volontario della diocesi ha ammesso di appiccato tre inneschi

Gli inquirenti aveva fin da subito ipotizzato la pista dolosa e poche ore dopo le forze di polizia francesi avevano fermato un 39enne. Dopo l'interrogatorio era stato rilasciato. Nel fine settimane l'uomo di origine ruandese è stato nuovamente fermato per ulteriori approfondimenti e il volontario ha ammesso la responsabilità

Pubblicato il - 26 July 2020 - 16:09

NANTES (Francia). Un volontario della diocesi ha confessato di aver provocato il rogo alla cattedrale di Nantes in Francia. Tre gli inneschi accesi all'interno della cattedrale (Qui articolo). 

 

Gli inquirenti aveva fin da subito ipotizzato la pista dolosa e poche ore dopo le forze di polizia francesi avevano fermato un 39enne. Dopo l'interrogatorio era stato rilasciato.

 

Nel fine settimane l'uomo di origine ruandese è stato nuovamente fermato per ulteriori interrogatori e il volontario ha ammesso la responsabilità. 

 

L'avvocato del 39enne, in difficoltà per il rinnovo del permesso di soggiorno, ha riferito che il cliente aveva molti rimorsi e che la confessione è stata una liberazione. 

 

L'incendio era scoppiato il 18 luglio scorso, completamente distrutto l'organo centrale della cattedrale gotica, frantumate le vetrate e annerito l'intero della chiesa. 

 

Il 39enne aveva il compito di chiudere il portone e assicurarsi che tutto fosse in ordine. Quel giorno ha acceso tre inneschi: due agli organi e un terzo al quadro elettrico. 

 

Il movente è ancora sconosciuto e l'arrestato rischia una pena di 10 anni di carcere.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato