Contenuto sponsorizzato

''Jj4 non si tocca'', decisione clamorosa: il Tar boccia l'ordinanza di abbattimento di Fugatti

Un altro durissimo colpo per la Provincia a trazione leghista che in materia grandi carnivori non sembra riuscire a ottenere risultati, nonostante aver calcato il tema in campagna elettorale. L'orsa Jj4 non può essere abbattuta, M49 è sempre libero

Di Luca Andreazza - 30 July 2020 - 11:51

TRENTO. Una decisione clamorosa. Il Tar di Trento si è espresso per sospendere ancora l'ordinanza di abbattimento che pende su Jj4 (Qui articolo). Tutto deve restare fermo fino al prossimo 22 ottobre, quando è prevista la sentenza di merito. 

 

"C'è grandissimo entusiasmo per questa decisione", commenta Domenico Aiello dell'ufficio legale del Wwf, che aggiunge: "La Provincia a questo punto è invitata a dialogare con le associazioni animaliste e ambientaliste per trovare le corrette soluzioni per quanto riguarda la convivenza tra uomo e grandi carnivori".

 

Il corpo forestale ha catturato, radiocollarato e successivamente rilasciato un'orsa accompagnata da tre cuccioli. E' un'azione che rientra nelle attività di presidio sul Monte Peller per identificare l'orsa autrice del ferimento di padre e figlio avvenuto lo scorso 22 giugno (QUI ARTICOLO).

 

Ora si attendono le analisi genetiche (QUI ARTICOLO), l'ordinanza di abbattimento però non è efficace: si possono portare avanti monitoraggio e controllo, ma non si può procedere. Le associazioni Lac, Lav, Lndc e Wwf sono riuscite a portare a casa un altro colpo. "I giudici spiegano che quanto avvenuto sul Peller non è imputabile all'orsa - aggiunge il legale - quanto c'è un più ampio problema a livello di gestione. Basta azioni estemporanee della Provincia di Trento: piazza Dante deve ora adottare una strategia che deve prevedere anche un interessamento delle associazioni".

 

Un altro durissimo colpo per la Provincia a trazione leghista che in materia grandi carnivori non sembra riuscire a ottenere risultati, nonostante l'aver cavalcato il tema in campagna elettorale. Praticamente nulla sui lupi, mentre M49 è riuscito a ridicolizzare il presidente Fugatti e l'assessora Zanotelli in due occasioni con le sue evasioni dal Casteller. Ora il semaforo rosso fino a quest'autunno dei giudici per quanto riguarda Jj4.

 

"Abbiamo grande fiducia per la sentenza di ottobre e ringraziamo l'avvocato Claudio Linzola del foro di Milano per il lavoro svolto in maniera impeccabile fino a oggi. Nessuno potrà torcere un pelo a Jj4 che, se accompagnata dai suoi cuccioli, può continuare a fare la mamma e crescere i suoi piccoli senza il rischio di essere fucilata per soddisfare interessi politici che nulla hanno a che fare con la sicurezza pubblica", conclude Aiello. "Vinto il ricorso, sospeso il ricorso: Jj4 non si tocca", dice Danilo Selvaggi della Lipu.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 19:36
Trovati 13 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 38 guarigioni. Sono 1.342 i casi attivi sul territorio provinciale
Ambiente
19 aprile - 18:35
L'incontro tra il plantigrado e l'escursionista, documentato da un video pubblicato da quest'ultimo su Facebook, è avvenuto ieri fra i boschi [...]
Cronaca
19 aprile - 19:27
Le ricerche erano cominciate già ieri ma si erano concluse senza esito. Questa mattina il corpo dell'animale è stato trovato purtroppo senza vita
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato