Contenuto sponsorizzato

La Provincia di Bolzano annuncia vaccini antinfluenzali gratuiti per tutti. L'assessore Widmann: "Priorità alle persone a rischio"

La Provincia di Bolzano ha annunciato la volontà di dar vita ad una campagna vaccinale antinfluenzale gratuita per tutti. La misura punta a garantire una semplificazione nella diagnosi dei casi di Covid, essendo i sintomi molto simili. L'assessore provinciale alla Salute Thomas Widmann: "Diamo priorità alle persone a rischio"

Pubblicato il - 13 October 2020 - 16:08

BOLZANO. Vaccini gratis per tutti. Lo comunica la giunta provinciale di Bolzano, che in una delibera approvata nella seduta di martedì 13 ottobre ha deciso per la somministrazione gratuita a tutta la popolazione dei vaccini antinfluenzali per la stagione 2020/2021. “Questa decisione – ha dichiarato l'assessore provinciale alla Salute Thomas Widmann – è stata adottata in considerazione dell'emergenza Covid-19 e la somministrazione gratuita verrà effettuata dall'Azienda sanitaria dell'Alto Adige, dando priorità alle persone a rischio”.

 

La misura punta a prevenire e controllare l'epidemia di influenza che normalmente si scatena in questa stagione dell'anno. Nell'ambito della pandemia di Covid, ciò servirà a semplificare la diagnosi dei casi sospetti poiché i sintomi del Coronavirus sono simili all'influenza. Grazie alla vaccinazione, sarà possibile ridurre le complicazioni nei gruppi a rischio in caso di infezione e così gli accessi al pronto soccorso.

 

Per questo, annuncia la Provincia, l'Azienda sanitaria ha consigliato di non limitare la vaccinazione gratuita ai soli gruppi a rischio ma di allargarne la gratuità a tutta la popolazione altoatesina. Consiglio che la Provincia ha deciso di accettare. “Questa decisione – ha continuato Widmann – è stata ritenuta importante anche in considerazione del fatto che da anni i tassi vaccinali in Alto Adige sono molto bassi rispetto ad altre regioni italiane”.

 

Nella stagione influenzale 2018/2019 infatti le persone vaccinate erano state complessivamente 50761, mentre 47249 quelle vaccinate nel 2019/2020. Per quest'anno la Provincia ha così deciso di acquistare 73500 dosi, a cui se ne aggiungeranno 13mila, per un totale di 86500. Le operazioni di vaccinazione verranno effettuate dai medici di medicina generale, dai pediatri di libera scelta e nei centri vaccinali di Bolzano, Bressanone, Chiusa, Vipiteno, Merano e Brunico.

 

Nella giornata di oggi i casi di Coronavirus registrati in Alto Adige sono stati ancora tanti. Su 683 tamponi, infatti, ben 34 sono risultati positivi, per un tasso contagi/tamponi che sfiora il 5%

 

In Trentino, invece, la campagna vaccinale ha già preso avvio, con l'utilizzo, per tagliare i tempi, del drive-through. In questo caso, le categorie che potranno rivolgersi al servizio sanitario per una vaccinazione gratuita sono: persone con più di 60 anni; bambini dai sei mesi ai sei anni; donne in gravidanza e nel post partum; addetti ai servizi pubblici di primario interesse (come operatori sanitari, vigili del fuoco e forze dell’ordine, personale dei servizi socio-educativi, dell’infanzia e della scuola, personale del trasporto pubblico, personale della grande distribuzione e dettaglio di generi alimentari); categorie a rischio (con patologie cardiache e respiratorie, insufficienza renale, diabete, tumori, immunodepressione etc.); bambini e adolescenti a rischio sindrome di Reye; familiari e contatti di persone ad alto rischio; donatori di sangue; personale che lavora a contatto con animali.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 January - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 January - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato