Contenuto sponsorizzato

Maltempo nel Bellunese, slavina a passo Cimabanche e criticità sulle strade: ''Problemi verso il Cadore per turisti in viaggio: mettono in difficoltà i soccorritori''

L'intesa perturbazione colpisce anche il Veneto, come previsto nell'allerta della Protezione civile. Roberto Padrin, presidente della Provincia di Belluno: "Le temperature sono molto basse e la neve è più pesante, questo si unisce alle forti raffiche di vento in alcune aree"

Pubblicato il - 28 December 2020 - 16:13

BELLUNO. Chiuso per slavina il passo Cimabanche, così come altri passi delle Dolomiti. L'intesa perturbazione coinvolge anche il Veneto, un netto peggioramento meteo previsto dalla Protezione civile (Qui articolo).

"Ci sono diverse criticità tra veicoli in difficoltà perché non provvisti delle dotazioni invernali e la macchina dei soccorsi è intervenuta in tutta la provincia tra alberi pericolanti, slavine e altre attività dovute al maltempo. Le temperature sono molto basse e la neve è più pesante - commenta Roberto Padrin, presidente della Provincia di Belluno - questo si unisce alle forti raffiche di vento in alcune aree. La situazione non è semplice ma appare sotto controllo, anche se possiamo stimare eventuali danni solo nelle prossime ore a evento terminato".  

 

Per qualche ora è stata chiusa anche l'autostrada A4 in direzione Milano nel veronese, mentre tra le zone più colpite c'è anche la Lessinia

Complessa la situazione legata alla viabilità. "Soprattutto verso il Cadore perché tanti turisti si sono messi comunque in viaggio. Oltre a quanto strettamente disposto per fronteggiare l'epidemia di Covid-19 - conclude Padrin - l'appello e l'invito è quello di restare a casa, soprattutto quando vengono diramate le allerte meteo. E' necessario essere prudenti per non mettersi in pericolo, ma soprattutto per non gravare sul sistema dei soccorsi, già indaffarato per rispondere alle diverse esigenze".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 January - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 January - 22:12

In particolare nel mese di novembre il Trentino è stato travolto dal contagio, ma solo una parte parziale dei dati è stato comunicato ufficialmente. L'ex rettore Bassi: " Per due mesi ci hanno raccontato che 'gli ospedali si erano riempiti perché i trentini ultra settantenni erano un po' troppo scapestrati e invece di starsene a casa, andavano in giro e si contagiavano'. Una bugia, purtroppo una delle tante"

28 January - 08:24

Le ricerche fatte nell'Adige al momento non hanno portato ad alcuna novità. Intanto sono spuntati dei testimoni sul tentativo del figlio di recarsi in un autolavaggio per lavare l'auto ma è stato fermato dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato