Contenuto sponsorizzato

Migliori università, Trento in vetta alla classifica con 98,7 punti. Migliorano occupabilità e comunicazione ma cala l’internazionalizzazione

Bologna e Perugia comandano la classifica rispettivamente per “mega” e “grandi” atenei. Unitn prima fra le università di medie dimensioni. Per elaborare la classifica il Censis ha tenuto conto delle strutture disponibili, servizi erogati, borse di studio, livello di internazionalizzazione, comunicazione e occupabilità, ma anche della gestione del lockdown

Di Tiziano Grottolo - 13 luglio 2020 - 10:28

TRENTO. L’università di Trento conferma il suo piazzamento nella classifica elaborata dal Censis, realizzata prendendo in considerazione vari parametri come strutture disponibili, servizi erogati, borse di studio, livello di internazionalizzazione, comunicazione e occupabilità. L’indagine ha tenuto conto anche della gestione del lockdown: sui 61 atenei rispondenti, 42 hanno completato il passaggio alla didattica a distanza entro una settimana dall’inizio del lockdown, i rimanenti per lo più in due settimane

 

Unitn, con 98,7 punti, si trova al primo posto fra gli atenei statali di medie dimensioni (da 10.000 a 20.000 iscritti). Secondo quanto rilevato sono stati incrementati, rispettivamente di 10 e 7 punti, gli indicatori di occupabilità e comunicazione che, che hanno compensato la contrazione di 12 punti registrata sull’indicatore dell’internazionalizzazione. Un risultato che ha permesso a Trento di rimanere al vertice della classifica. Seconda l’Università di Sassari che scala due posizioni (96,0 punti), che supera l’Università di Siena, che al contrario retrocede in terza (94,8). L’Università di Trieste (93,3) perde una posizione e arretra in quarta, mentre l’Università di Udine (90,8) si colloca al sesto posto, perdendone tre. Stabile, quinta in graduatoria, l’Università Politecnica delle Marche. Chiudono il ranking l’Università di Napoli L’Orientale, l’Università di Napoli Parthenope e l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro.

 

Fra i cosiddetti mega atenei statali (quelli con oltre 40.000 iscritti) le prime quattro posizioni si mantengono stabili, rispettivamente, l’Università di Bologna, prima con un punteggio complessivo pari a 91,5, inseguita dall’Università di Padova (88,5), dall’Università di Firenze (86,2) e da La Sapienza di Roma (85,7). Sale di una posizione l’Università di Pisa, classificandosi quinta con un punteggio pari a 84,7, con un incremento di 9 punti per l’occupabilità e di 13 per la comunicazione e i servizi digitali. L’Università di Torino (81,8 punti) perde due posizioni e retrocede al settimo posto, dopo la Statale di Milano (83,3). Ultima è l’Università di Napoli Federico II, preceduta dall’Università di Catania. L’Università di Bari si conferma in terzultima posizione.

 

Per quanto riguarda invece i grandi atenei (da 20.000 a 40.000 iscritti) l’Università di Perugia mantiene la posizione di vertice nella classifica con un punteggio complessivo di 92,7. Sale di due posizioni l’Università di Pavia (90,3), dal quarto al secondo posto, incrementando di 9 punti l’indicatore relativo alle strutture, di 6 quello della comunicazione e dei servizi digitali e di 7 quello dell’occupabilità, compensando il minor punteggio per le borse di studio e gli altri servizi in favore degli studenti (-7 punti). Arretra di due posizioni l’Università della Calabria (89,5), che scende in quarta posizione, preceduta dall’Università di Parma (90,0). Guadagna quattro posizioni l’Università di Cagliari, dalla nona alla quinta. Segue al sesto posto l’Università di Milano Bicocca (87,7), che avanza di due posizioni, precedendo l’Università di Modena e Reggio Emilia (87,5) e l’Università di Salerno (87,3).

 

Nella classifica dei piccoli atenei statali (fino a 10.000 iscritti) difende la sua prima posizione l’Università di Camerino, con un punteggio complessivo pari a 93,5. Scala la classifica di quattro posizioni l’Università Mediterranea di Reggio Calabria che, grazie a un incremento di 20 punti dell’indicatore relativo alle strutture, realizza un punteggio complessivo di 83,8 sorpassando così l’Università di Foggia, terza in classifica con 83,7 punti. Sale di una posizione l’Università di Teramo (82,3), è stabile in quinta posizione l’Università dell’Insubria (81,0), incalzata dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale (80,8), che però perde tre posizioni. La penultima e l’ultima posizione sono occupate, rispettivamente, dall’Università del Sannio e dall’Università del Molise.

 

La classifica dei politecnici è guidata anche quest’anno dal Politecnico di Milano (94,3 punti), vede al secondo posto lo Iuav di Venezia (91,2), che fa retrocedere in terza posizione il Politecnico di Torino (89,5), seguito dal Politecnico di Bari (83,0).

 

Infine, tra i grandi atenei non statali (oltre 10.000 iscritti) è in prima posizione anche quest’anno l’Università Bocconi (98,2 punti), seguita dall’Università Cattolica (81,8). Tra i medi (da 5.000 a 10.000 iscritti) è quest’anno la Luiss a collocarsi al primo posto (94,6), seguita dalla Lumsa (89,2), con lo Iulm (82,0) al terzo posto. Tra i piccoli (fino a 5.000 iscritti), la Libera Università di Bolzano continua a occupare il vertice della classifica (101,4), seguita dall’Università Roma Europea (90,6), che scala una posizione, sorpassando la Liuc-Università Cattaneo (90,0). Chiude l’Università Lum Jean Monnet (70,6), preceduta dall’Università di Roma Link Campus (80,6).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 agosto - 17:45

Il sindaco di Pellizzano ha deciso di limitare gli ingressi al lago dei Caprioli: “Il periodo di grossa difficoltà ed emergenza sanitaria che stiamo affrontando ci impone delle attenzioni e qualche restrizione al fine di tutelare la salute di tutti”

10 agosto - 19:18

Si tratterebbe di due frane che sono crollate sulla strada che collega il Rifugio Adamello Collini al Rifugio Stella Alpina

10 agosto - 17:07

La Pat: “Il nuovo caso è stato individuato nella zona di Trento con sintomi evidenti”. Confermata anche la presenza di uno degli otto ragazzi che hanno contratto il coronavirus a Malta, era in Trentino in vacanza con la famiglia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato