Contenuto sponsorizzato

Recuperati tre antichi volumi “trentini” trafugati: le opere dell’800 saranno restituite alla biblioteca Caproni di Trento

Nell’abitazione di un medico i carabinieri hanno scoperto un vero e proprio museo, peccato che alcune delle opere erano state trafugate da un’organizzazione criminale anni prima. Fra i volumi recuperati alcuni saranno restituiti alla biblioteca Caproni di Trento

Pubblicato il - 29 settembre 2020 - 10:50

TRENTO. La pista seguita dai carabinieri si è conclusa nella casa di un medico di Ciampino: un’abitazione trasformata in un vero e proprio museo pieno di opere antiche. Peccato che parte di questi beni erano stati trafugati da biblioteche luoghi di culto e istituti religiosi. Una trentina le opere recuperate nella casa-museo dove è stata ritrovata anche la pala d’altare raffigurante la “Dodicesima Stazione della Via Crucis: Gesù muore in croce”, rubata in Belgio nel 1980.

 

Tre di queste opere saranno restituite al Trentino, si tratta di tre volumi dell’Ottocento che saranno consegnati domani, 30 settembre, dal maggiore Giampaolo Brasili, comandante del nucleo dei carabinieri per la tutela del patrimonio culturale,  alla biblioteca Caproni di Trento.

 

 

I militari hanno condotto una complessa indagine, coordinata dalla procura della Repubblica di Isernia, che ha permesso di individuare nel settembre 2017 un’organizzazione criminale che ricettava beni preziosi. Una ventina gli indagati, tra ladri, ricettatori e acquirenti, a cui sono imputabili ben 67 furti. “Di fondamentale importanza – spiegano i carabinieri nel loro comunicato – è risultata la comparazione delle immagini degli oggetti sequestrati con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, gestita dal comando tutela del patrimonio culturale.

 

 

La restituzione dei volumi “trentini” avvalora l’importanza della collaborazione fra i carabinieri e i responsabili degli uffici Diocesani, sviluppata anche attraverso la divulgazione della pubblicazione “Linee Guida per la tutela dei beni culturali ecclesiastici”, realizzata nel 2014. La pubblicazione, oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni ecclesiastici dai furti, diffonde e valorizza le iniziative di catalogazione e censimento dei beni che le Diocesi, con grande impegno, stanno conducendo sul proprio patrimonio culturale.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 luglio - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 luglio - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 luglio - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato