Contenuto sponsorizzato

Sciacalli da Coronavirus: ''Dobbiamo eseguire il test'', finti volontari cercano di entrare nelle case di anziani per truffarli. Alcuni casi in val di Fassa

L'allarme lanciato dalla Croce Rossa, "non è stato disposto alcun tipo di screening porta a porta". Si invitano tutti i cittadini a fare attenzione e segnalare eventuali casi sospetti

Pubblicato il - 24 febbraio 2020 - 15:32

TRENTO. Il comitato trentino della Croce rossa italiana scende in campo per segnalare e mettere in guardia sulla truffa telefonica che sta già avvenendo in altre regioni del nord colpite dal coronavirus.

 

Si tratta di finti volontari della Croce rossa che stanno cercando di entrare nelle case, soprattutto di anziani, proponendo test domiciliari.

 

La Croce rossa informa che non è stato disposto alcun tipo di screening porta a porta e invita tutti i cittadini a fare attenzione e segnalare eventuali casi sospetti alle autorità competenti.

 

Alcuni casi e tentativi di truffa si sono già verificati in val di Fassa. "Ci è stata segnalata la presenza di persone - commenta Gianluca Ruggiero, comandante della polizia locale - che propongono il tampone per il coronavirus a pagamento alle abitazioni".

 

Ma non ci sono provvedimenti in questo senso da parte delle autorità competenti. "Abbiamo sentito anche l'Azienda provinciale per i servizi sanitari che ci conferma che non esistono servizi di questo genere. Se arrivano eventuali proposte di questo tipo - aggiunge Ruggiero - invitiamo la popolazione a segnalare subito questi casi al 112 oppure al nostro centralino 0462 574450 per poter prendere provvedimenti".

 

Segnalazioni di truffe simili sono state fatte anche in altre zone d'Italia e con altre persone che fingono di far parte del personale sanitario.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

22 ottobre - 18:07
Sono stati analizzati 1.231 tamponi, tutti letti dal laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento, 153 i test positivi. Il rapporto contagi/tamponi si alza a 12,4%. E' stata sospesa l'attività di verifica tamponi ai laboratori della Fondazione Mach a causa dell'infezione che è arrivata nella struttura di San Michele
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato