Contenuto sponsorizzato

Si riparavano dal freddo in un vecchio edificio di Trento, ora rischiano di dormire in strada. Ci sono oltre 130 persone in attesa di un posto nelle strutture della città

Il comune di Trento sta lavorando per cercare una soluzione per l'accoglienza invernale. Il sindaco di Trento: ''Stiamo lavorando per cercare un'accoglienza organizzata. La situazione non è facile"

Di GF - 12 novembre 2020 - 18:28

TRENTO. L'accoglienza dei senzatetto è ancora senza una soluzione. Secondo le informazioni fornite fino ad oggi, per il prossimo inverno i posti certi per accogliere le persone sono appena 150. Ben lontani dai numeri degli scorsi anni che, tra l'altro, non riuscivano lo stesso a rispondere alle tante esigenze. 

 

A trovarsi senza un posto dove stare sono anche la ventina di soggetti extracomunitari che trascorrevano le notti in un edificio non in uso di proprietà comunale a Piedicastello. Giovedì mattina il nucleo Civico della Polizia Locale, dopo varie segnalazioni dei residenti della zona, sono entrati nell'edificio e se li sono trovati tutti davanti (QUI L'ARTICOLO).

 

Non sono state trovate attività di spaccio ma solamente l'occupazione illecita della struttura. Le forze dell'ordine li hanno identificati e poi segnalati all'autorità per invasione di edificio pubblico.

 

Ora, però, non hanno più un luogo al ripato dal freddo dove poter dormire. Nelle strutture presenti in città le liste di attesa sono molto lunghe. Oltre 130 le persone che stanno attendendo un posto al caldo. Si presume che queste 20 persone troveranno un altro riparo in città, magari lo stesso da dove sono stati mandati via. 

 

“La situazione che stiamo affrontando non è semplice – spiegano dal Comune – perché questi soggetti per poter usufruire dei servizi hanno bisogno di essere sottoposti al tampone viste le norme in vigore e sappiamo tutti cosa sta accadendo con i test e le tempistiche”.

 

L'amministrazione comunale, con l'assessora Chiara Maule, ha già attivato i servizi sociali ma la preoccupazione è molta visto la stagione fredda e le tante richieste. “Adesso che le giornate diventano più fredde – ha spiegato il sindaco Franco Ianeselli – si fa sempre più sentire la necessità di una accoglienza organizzata che non può essere abusiva dei senzatetto. Noi siamo impegnati per cercare delle soluzioni sapendo che sono particolarmente complicate a causa del covid”

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 dicembre - 09:34
L'incidente è avvenuto nelle prime ore di questa mattina  sul territorio di Peio all'altezza del bivio per la frazione di Celledizzo. [...]
Cronaca
01 dicembre - 05:01
L'opinione di chi da molti è stato definito "l'angelo dei bambini". Padre, nonno, pediatra e fondatore dell’associazione “Amici [...]
Cronaca
01 dicembre - 08:29
Tra Trentino e Veneto gelo e raffiche di vento. L'analisi fatta dall'associazione MeteoTriveneto. Le centraline meteorologiche nei giorni scorsi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato