Contenuto sponsorizzato

Spara un colpo ma gli esplode il fucile tra le mani, grave un cacciatore di 61 anni

L'allerta è scattata intorno alle 8.30 di oggi alla Madonna della Scoperta di Lonato. A lanciare l'allarme i compagni della battuta di caccia. In azione ambulanza, elicottero e carabinieri

Pubblicato il - 27 settembre 2020 - 12:06

LONATO DEL GARDA. Gli è scoppiato il fucile in mano, un 61enne è rimasto gravemente ferito a seguito di un incidente di caccia. 

 

L'allerta è scattata intorno alle 8.30 di oggi, domenica 27 settembre, alla Madonna della Scoperta di Lonato.

 

Secondo le prime ricostruzioni, il cacciatore ha sparato un colpo ma il fucile gli è esploso tra le mani. 

 

Immediato l'allarme lanciato dai compagni della battuta di caccia e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza e elicottero di Brescia, e i carabinieri per ricostruire la dinamica. 

 

Le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario ha prestato le cure del caso al cacciatore.

 

Una volta stabilizzato, il 61enne è stato trasferito in elicottero alla clinica multimedica di Sesto San Giovanni, specializzata nella chirurgia della mano.

 

La ricostruzione dell'esatta dinamica è affidata ai militari dell'arma, ma l'evento sarebbero stato confermato dal cacciatore.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato