Contenuto sponsorizzato

Trento, violenza sulle donne: un uomo picchia la moglie costretta a scappare da un'amica. Maltrattamenti e molestie di un fratello alla sorella

Si tratta di due episodi distinti. Un uomo, per mesi, ha maltrattato la moglie: dopo l'ennesimo episodio, la donna è scappata da un'amica ma il marito l'ha raggiunta e la percossa stringendole violentemente il viso. Un altro uomo, invece, ha ripetutamente maltrattato e molestato la sorella, provocandole un forte stato d'ansia e agitazione. Per colpa del fratello, infatti, la donna è stata costretta a cambiare le proprie abitudini

Pubblicato il - 07 febbraio 2020 - 16:07

TRENTO. Minacce, insulti, intimidazioni e violenze. Per questo due uomini sono stati allontanati da casa con il divieto di avvicinamento alla vittima dalla squadra mobile coordinata dalla Procura di Trento. Si tratta di un cittadino 39enne di nazionalità bosniaca, ma residente a Trento, e di un 55enne italiano residente sempre in città. Due casi distinti dunque ma che, ancora una volta, evidenziano come la violenza di genere sia un problema pervasivo e su cui c'è ancora molto da fare.

 

Il 39enne bosniaco è stato denunciato dalla moglie, italiana, che per mesi ha subito minacce e percosse che l'hanno gettata in uno stato di profonda prostrazione psicologica. Gli episodi di violenza, come hanno accertato le indagini, sono iniziati l'estate scorsa e si sono protratti fino a dicembre quando la donna ha trovato la forza di denunciare. Dagli accertamenti delle forze dell'ordine sono emersi numerosi episodi di maltrattamenti fisici e psicologici che tracciano un escalation di violenze. Una notte l'uomo ha svegliato la moglie rimproverandola di aver baciato un amico. Per ritorsione le ha distrutto il tablet e, con una forbice, le ha tagliato la borsetta. E ancora schiaffi e pugni. E' arrivato a colpirla con un bastone provocandole la rottura del timpano.

 

A dicembre la donna ha deciso di dire basta dopo l'ennesimo episodio: il marito infatti l'ha colpita con uno schiaffo e poi l'ha minacciata con un coltello. La donna, allora, è scappata di casa e si è rifugiata da un'amica dove, però, è stata raggiunta dall'uomo che l'ha percossa stringendole violentemente il viso. La donna ha quindi sporto denuncia nei confronti del marito per il quale, ora, è stato emesso un provvedimento di divieto di avvicinamento alla vittima. 

 

Stesso provvedimento per un trentino che ha ripetutamente maltrattato e molestato la sorella, provocandole un forte stato d'ansia e agitazione. Per colpa del fratello, infatti, la donna è stata costretta a cambiare le proprie abitudini: non poteva più recarsi a casa del padre e aveva anche rinunciato ad uscire la sera per timore che il fratello le impedisse, come già accaduto, di rientrare a casa. Fratello e sorella, infatti, vivono in due appartamenti diversi ma nella stessa palazzina. In passato, più volte, il fratello aveva chiuso dall'interno il portone d'ingresso del palazzo per impedirle di rientrare. 

 

In più di un'occasione, inoltre, l'uomo ha attaccato verbalmente la donna minacciandola anche di aggredirla fisicamente. Dalle parole, poi, è passato ai fatti e un giorno si è scagliato contro la donna provocandole diverse ecchimosi sul braccio e sulla schiena. 

 

Dopo le indagini portate avanti dalle forze dell'ordine, a carico dei due uomini sono stati emessi due divieti di avvicinamento alle vittime e di allontanamento da casa. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 10:49

Il presidente della Lega trentina attacca Governo “politici che fanno schifo” e sindacati “parassiti”. L’unico che si salva è Fugatti “che con coraggio e senso di responsabilità corregge il dogma di Conte dalle braghe onte”. La replica di Grosselli: “Un commento? Non serve. Bastano i dati dell’epidemia e la curva stimata qualora le misure non dovessero risultare efficaci”

28 ottobre - 11:55

Tovaglie e stoviglie stese a terra per una manifestazione ordinata e silenziosa: “Vogliamo ribadire con chiarezza che il settore dei pubblici esercizi e della ristorazione sta soffrendo in modo pesantissimo le limitazioni imposte dalla normativa anti-covid”

28 ottobre - 11:00

Il 39enne gambiano è stato fermato in Piazza Dante mentre consegnava della marijuana a un cittadino italiano, anche lui bloccato dagli agenti. Poi, però, in questura è scoppiato il parapiglia. Ecco cosa è successo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato