Contenuto sponsorizzato

Troppo rumore e scatta la lite che finisce a colpi di spray al peperoncino. Una 60enne finisce in tribunale

In giudice ha deciso di rinviare l'udienza in attesa di capire se le parti riescono a trovare un accordo. Il litigio sarebbe nato dal troppo rumore che preveniva dal piano superiore 

Pubblicato il - 15 luglio 2020 - 08:17

TRENTO. Una lite condominiale iniziata con un diverbio verbale e terminata con l'uso dello spray al peperoncino. E' successo a Trento ed ora due vicine di appartamento sono finite in tribunale. L'udienza è stata rinviata con la speranza che le parti possano trovare in qualche modo un accordo.

 

Il fatto sarebbe avvenuto qualche tempo fa e riguarda una donna e la sua vicina che abita al piano inferiore. All'origine del diverbio ci sarebbe stato il rumore che arrivava dal piano superiore e la decisione di chi abitava sotto, una donna di 60 anni, di farlo notare battendo sul soffitto.

 

Un'azione questa che avrebbe fatto scattare il litigio prima a parole finendo poi all'aggressione. La donna di 60 anni, che si trova ora a processo, si sarebbe difesa con lo spray al peperoncino e sostiene di averlo fatto per legittima difesa. La parte offesa sostiene invece di essere stata aggredita e per questo essere anche dovuta ricorrere alle cure sanitarie. Le versioni delle due donne, insomma, come spesso accade in questi casi, non sono uguali.

 

Occorre ora capire se le due troveranno un qualche accordo oppure se si proseguirà  davanti al giudice. Nel frattempo non sono più vicine di casa ma si sono trasferite in altre abitazioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 05:01

I deputati Sutto e Binelli alle comunali hanno raccolto rispettivamente 45 e 113 preferenze, avrebbero dovuto tirare la volata ma alla fine sono stati trascinati in Consiglio dai candidati locali. Male le candidate sindache leghiste Cattoi ad Ala, Ceccato a Lavis e Parisi a Comano: nessuna supera supera il 30%

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato