Contenuto sponsorizzato

Un base jumper urta la parete e resta impigliato su una cengia. Difficile intervento e tanta paura nell'Alto Garda

L'allerta è scattata intorno alle 11.45 di oggi alla parete zebrata tra Dro e Pietramurata. Il 41enne si è lanciato dal Becco dell'Aquila e la vela, già aperta, ha urtato lo zoccolo della vertigine. In azione soccorso alpino, vigili del fuoco, elicottero, carabinieri e personale sanitario

Pubblicato il - 09 November 2020 - 12:56

DRO. Momenti di paura nell'Alto Garda per un incidente occorso a un base jumper, il quale ha urtato la parete e quindi è rimasto impigliato su una cengia.

 

L'allerta è scattata intorno alle 11.45 di oggi, lunedì 9 novembre, alla parete zebrata tra Dro e Pietramurata

 

Il 41enne si è lanciato dal Becco dell'Aquila e la vela, già aperta, ha urtato lo zoccolo della vertigine.

 

A quel punto il base jumper si è fermato su una cengia e ha lanciato l'allarme al Numero unico per le emergenze.

 

Immediato l'intervento dei soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Dro, Soccorso alpino e carabinieri.

 

Il coordinatore dell'Area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino ha attivato anche l'elicottero che ha sorvolato l'area e individuato lo sportivo.

 

Nel frattempo il base jumper è riuscito a recuperare la vela per evitare che si gonfiasse con il passaggio dell'elicottero, mentre il personale tecnico ha verricellato il 41enne a bordo.

 

Da lì è stato accompagnato alla piazzola in località Gaggiolo per le cure del caso. Fortunatamente il base jumper è uscito illeso dall'incidente e non si è reso necessario il ricorso alle cure ospedaliere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 January - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato