Contenuto sponsorizzato

Vaccinazione antifluenzale, in campo anche i pediatri. Per i bambini di età compresa tra 6 mesi e 6 anni sarà gratuita

I pediatri potranno vaccinare sia i propri assistiti che gli assistiti di pediatri appartenenti allo stesso ambito territoriale non aderenti al progetto

Pubblicato il - 25 settembre 2020 - 18:21

TRENTO. Per la campagna delle vaccinazioni antinfluenzali saranno in campo anche i pediatri.

 

Oggi, infatti, è stato approvato dal Comitato provinciale dei medici pediatri di libera scelta, durante un incontro che si è tenuto presso l'assessorato provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, un progetto che vede partecipi i pediatri presenti sul territorio provinciale per effettuare le vaccinazioni antinfluenzali nell'ambito della prossima campagna vaccinale.

I pediatri disponibili saranno coinvolti in particolare nell'effettuazione delle vaccinazioni dei bambini di età compresa tra 6 mesi e 6 anni, ai quali la vaccinazione sarà offerta gratuitamente, come stabilito dalla Giunta provinciale ad agosto, con un provvedimento nel quale si estendeva la gratuità del vaccino ad alcune categorie di persone fra cui appunto i bambini tra 6 mesi e 6 anni

 

I pediatri potranno vaccinare sia i propri assistiti che gli assistiti di pediatri appartenenti allo stesso ambito territoriale non aderenti al progetto.

 

L'elenco dei pediatri disponibili verrà pubblicato dall'Azienda sanitaria. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato