Contenuto sponsorizzato

Vanno in escursione alla baita e la trovano messa a soqquadro: ''E' stato M49''. Amara scoperta dopo 2 mesi di lockdown

Amara scoperta alla baita di Fornasa Alta, diversi i danneggiamenti all'immobile. Le prime indagini della forestale attribuiscono l'evento a M49, catturato a fine mese scorso. La conferma da parte del Comune di Fornace che si attiverà con le procedure per la copertura dei danni

Di L.A. - 10 maggio 2020 - 21:18

FORNACE. Amara scoperta alla baita di Fornasa Alta, l'immobile è stato trovato messo completamente a soqquadro

 

Panche e tavoli spostati, cassetti a terra e mobili rovinati. Non solo resti di cibo e utensili ovunque. Tanti i danneggiamenti alla baita che ricade sul territorio comunale di Fornace.

La scoperta è stata fatta oggi, domenica 10 maggio, complice la caduta di alcune restrizioni e limitazioni di spostamento imposte in questi mesi per fronteggiare il diffondersi dell'epidemia Covid-19.

 

Il bel tempo di questo week end hanno richiamato molti trentini in montagna per semplici escursioni e passeggiate. E alcune persone si sono recate alla Baita Fornasa Alta, dove hanno trovato la porta sfondata e tantissimi danni all'interno. 

Qualche danneggiamento è stato, poi, compiuto anche all'esterno dell'immobile, in particolare nella zona dei tavoli e della fontanella. 

 

Gli escursionisti hanno immediatamente segnalato l'accaduto e così sono iniziate le indagini. Secondo le prime ricostruzioni del Distretto forestale, sembra che il responsabile sia stato M49, ovviamente prima della cattura.

A comunicarlo è il Comune di Fornace, che nei prossimi giorni si attiverà per le procedure di copertura dei danni.

Come noto, il plantigrado è stato catturato a fine aprile nelle aree di sua origine, dove era arrivato dopo un lungo girovagare in Trentino (Qui articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato