Contenuto sponsorizzato

Agente fuori servizio scova coltivazione di marijuana: trovate diverse piante sopra Martignano. A curarle un ultrasessantenne con 20mila euro in contanti a casa

Le piante, tre in tutto, erano state nascoste in mezzo alla boscaglia nei pressi del 'Sentiero Natura' sopra Martignano. Nell'appartamento dell'uomo tutto il necessario per l'essicazione della sostanza e 20mila euro in contanti: l'ultrasessantenne ha detto agli agenti di coltivare la cannabis per uso terapeutico

Pubblicato il - 13 September 2021 - 19:18

TRENTO. È nato tutto dalla segnalazione di un agente della Polizia locale che, fuori servizio, stava facendo una passeggiata sopra al sobborgo di Martignano: dopo aver sentito un forte odore di cannabis ha cercato nella boscaglia trovando diverse piante di marijuana, a curarle un uomo ultrasessantenne che ha dichiarato di coltivare la sostanza per scopi terapeutici. L'uomo è stato fermato dagli agenti proprio mentre stava controllando la maturazione dell'ultima piantina rimastagli e nella sua casa sono stati ritrovati anche 20mila euro in contanti.

 

I controlli dei poliziotti si sono concentrati nella zona del Sentiero natura ed hanno portato alla scoperta delle piante nascoste nella boscaglia. Tutto intorno, occultate fra la vegetazione, sono state ritrovate anche svariate taniche, bottigliette d'acqua e attrezzi per la coltivazione. L'uomo è stato fermato ed identificato proprio mentre, dopo aver indossato gli occhiali da vista, stava controllando la maturazione della sua ultima pianta (dal peso di oltre 300 grammi), poi sradicata dagli agenti.

 

L'uomo ha subito dichiarato di essere il proprietario della coltivazione e di aver portato nei giorni precedenti altre due piante ad essiccare nella sua abitazione, sostenendo di coltivare cannabis per scopi terapeutici. All'interno dell'appartamento è stata ritrovata altra sostanza essiccata ed alcune infiorescenze appese per l'essicazione (dal peso di ulteriori 60 grammi) oltre ad una decina di buste di nylon in alcuni vasi di vetro contenenti altri 10 grammi di stupefacente.

 

Oltre ad un vero e proprio 'stenditoio' per l'essicazione, ad alcune confezioni di semi e ad un bilancino di precisione, gli agenti hanno trovato circa 20mila euro in banconote di diverso taglio, che l'uomo dichiarava d'aver prelevato dal proprio conto corrente e custodito in casa per scopi non meglio precisati. L'uomo è stato quindi deferito all'Autorità giudiziaria a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la droga e il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 September - 17:51
Lorenzo viene da Codogno mentre Alice è di Bormio. Entrambi hanno scelto di passare le loro settimane estive in quota al ''servizio'' di 103 [...]
Cronaca
19 September - 17:17
L'incidente è avvenuto lungo la strada provinciale 84 poco prima del campo di tamburello a Dro. La 20enne è uscita illesa ma spaventata
Cronaca
19 September - 14:02
Alla Bookique di Trento, martedì 21 settembre alle 18 e 30, si terrà l'ultimo incontro della Rassegna Generazione 2021 alla quale parteciperà, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato