Contenuto sponsorizzato

Bondone, paura per uno scialpinista: scivola su una placca di neve e rimane incastrato tra arbusti su un salto di roccia di 25 metri

Sono stati tre gli scialpinisti che nel corso di questo pomeriggio sono stati portati in salvo dal soccorso alpino. L'allarme è arrivato alla Centrale unica di emergenza attorno alle 13

Foto archivio
Foto archivio
Pubblicato il - 23 gennaio 2021 - 16:50

TRENTO. Disavventura per tre scialpinisti sul Monte Bondone nelle primissime ore di questo pomeriggio.

 

L'allarme è scattato attorno alle 13. I tre dalle Viote sul Monte Bondone erano partiti in discesa in fuori pista verso Lagolo quando, a una quota di circa 1.300 metri si sono ritrovati in una zona molto impervia caratterizzata da salti di roccia.

 

Uno di loro, ad un certo punto, è scivolato su una placca di neve che lo ha trasportato una decina di metri più a valle, rimanendo incastrato tra arbusti sul bordo di un salto di roccia di circa 25 metri.

 

Vista la situazione e non riuscendo più a proseguire in autonomia i tre hanno allertato il Numero Unico per le emergenze 112 intorno alle 13.15.

 

La loro posizione, non essendo stata comunicata con precisione, è stata individuata grazie ad un sorvolo dell'elicottero. L'equipaggio, in poco tempo, è riuscito a trovare i tre bloccati sulla neve. Sul posto sono stati verricellati il tecnico di elisoccorso e altri due soccorritori che si trovavano sul Monte Bondone per un'esercitazione.

 

Una volta messi in sicurezza, i tre sono stati verricellati a bordo ed elitrasportati a valle. Per loro non è stato necessario il ricovero in ospedale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 marzo - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

05 marzo - 17:58

Il presidente della Provincia conferma che a livello di classificazione non cambia nulla rispetto alla passata settimana nonostante l'Rt sia in crescita e l'incidenza sia tra le più alte d'Italia e sia la terza peggiore per occupazione delle terapie intensive

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato