Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dai 48 positivi di Trento ai 15 di Mori e Pergine: la mappa del contagio. Dei 10 morti, 3 si registrano a Riva

Da oggi la mappa viene aggiornata con tutti i positivi trovati comprendendo non solo quelli odierni (molecolari più antigenici) ma anche quelli confermati dai molecolari sugli antigenici. Il totale fa 362 su 3483 tamponi totali

Di Luca Pianesi - 15 January 2021 - 19:25

TRENTO. Fino a ieri i positivi del giorno erano dati ''solo'' dalla somma dei contagiati trovati con i molecolari (oggi 65) e da quelli trovati con gli antigenici (oggi 128) e a parte andavano tenuti i positivi trovati negli scorsi giorni con gli antigenici e confermati con i molecolari (oggi 169). In queste ore ricambia il conteggio e anche l'Apss nell'aggiornare i dati della mappa del contagio riferisce di 362 casi totali (a fronte di 2.524 tamponi molecolari e 959 tamponi rapidi antigenici) e costruisce la mappa del contagio, comune per comune, su questo dato.

 

Ed è così che si ritrovano ben 43 positivi a Trento, 29 a Rovereto, 15 a Pergine Valsugana, 15 a Mori, 14 a Borgo Valsugana e 13 a Riva del Garda, solo per citare le cittadine dove si registrano positivi in doppia cifra.

 

Il quadro del contagio, dunque, resta costante ormai da quando è esplosa la seconda ondata (anche se i positivi attuali restano bassissimi, 2.388 contro i quasi 12.000 dell'Alto Adige), come costante resta il livello di ricoveri in terapia intensiva (42 pazienti, un dato altissimo quasi doppio rispetto al vicino Alto Adige che è fermo a 23).

 

Leggermente in calo, ma sempre a livelli molto alti, le ospedalizzazioni. Si contano 254 ricoveri in malattie infettive, 50 in alta intensità (e 42 terapie intensive) per un totale di 346 ospedalizzate. Continuano, invece, ad aumentare i decessi: 10 quest'oggi, 8 dei quali avvenuti in ospedale. Tre delle vittime si sono registrate a Riva del Garda, mentre le altre sono state a Trento, Rovereto, Mezzocorona, Arco, Lavis, Pinzolo e Soraga di Fassa. Il totale è altissimo e ben superiore, ormai, alle 1.100 unità (1.116) contro gli 802 decessi della provincia di Bolzano.

 

Ecco dove sono stati trovati i 362 casi di oggi:

Trento 48 positivi

Rovereto 29 positivi

Pergine Valsugana e Mori 15 positivi

Borgo Valsugana 14 positivi

Riva del Garda 13 positivi

Roncegno Terme 9 positivi

Mezzocorona e Caldonazzo 8 positivi

Arco, Levico, Castel Ivano 7 positivi

Villa Lagarina 6 positivi

Mezzoombardo, Ala, San Michele, Grigno, Ziano di Fiemme 5 positivi

 

Predazzo, Predaia, Dro, Altopiano della Vigolana, Brentonico, Cembra Lisignago, Avio, Nogaredo, Albiano, Contà, Livo, San Lorenzo Dorsino, Fai della Paganella 4 positivi

 

Storo, Baselga di Piné, San Giovanni di Fassa, Giovo, Novella, Pomarolo, Nago Torbole, Romeno, Novaledo, Trambileno, Drena 3 positivi

 

Cles, Ville d'Anaunia, Cavalese, Vallelaghi, Terre d'Adige, Cavedine, Madruzzo, Ville di Fiemme, Volano, Castello Tesino, Altavalle, Tenna, Scurelle, Vallarsa, Spormaggiore 2 positivi

 

Ledro, Tesero, Sella Giudicarie,  Tione di Trento, Civezzano, Telve, Nomi, Castello Molina di Fiemme, Borgo d'Anaunia, Besenello, Comano Terme, Moena, Folgaria, Ponte di Rendena, Sant'Orsola, Tre Ville, Roverè della Luna, Ton, Sover, Rabbi, Mazzin, Strembo, Telve di Sopra, Torcegno, Sporminore, Palù del Fersina, Pelugo, Cinte Tesino 1 positivo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 19:53
Sono 226 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 67 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
04 March - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

04 March - 19:16

Nuovi riscontri alla diffusione della variante inglese in Provincia, dopo il caso dei dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme anche 15 dipendenti di una fabbrica di Trento sono stati contagiati dalla stessa mutazione. Ferro: “La variante inglese ha una grande capacità di contagio soprattutto nei luoghi chiusi”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato