Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, 31 nuovi positivi. Ci sono sempre 4 pazienti in terapia intensiva. Dalla prossima settimana scatta la somministrazione della terza dose in Rsa

Sono stati analizzati 3.839 tamponi tra molecolari e antigenici. Ci sono 21 persone in ospedale, di cui 4 pazienti in terapia intensiva. Sono 2 le classi in quarantena. Terza dose nelle Rsa: l'Apss precisa che il vaccino antinfluenzale e quello anticovid non interferiscono tra loro e si possono somministrare contemporaneamente oppure con qualsiasi distanziamento temporale

Di Luca Andreazza - 07 ottobre 2021 - 17:45

TRENTO. Sono stati trovati 31 nuovi positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Leggero peggioramento negli ospedali mentre restano 4 i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Sono stati registrati 21 guariti. Ci sono 2 classi in quarantena. Questo il report di giovedì 7 ottobre per quanto riguarda l'emergenza Covid in Trentino. Sono stati analizzati 3.839 tamponi tra molecolari e antigenici.

 

Sono stati trovati 7 positivi dall'analisi di 401 tamponi molecolari (tutti letti dal laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento); gli altri 24 casi sono stati trovati a fronte di 3.438 test antigenici. Il rapporto contagi/tamponi si attesta a 0,8%. Si aggiungono 6 conferme di positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

 

Tra i nuovi contagiati ci sono anche 3 piccolissimi con meno di 3 anni e altri 4 bambini o ragazzini tra i 3 ed i 13 anni. Colpite dal virus anche 2 persone in fascia 60-69 anni, e 1 ciascuna nelle fasce 70-79 anni e over 80.

 

Il bollettino riporta di 21 persone in ospedale, di cui 4 si trovano in terapia intensiva. Nessun morto: il totale delle vittime è di 1.439 decessi da inizio emergenza.

 

Campagna vaccinale: sono 753.941 le dosi somministrate in Trentino di cui 346.481 sono seconde dosi e 3.862 sono terze dosi.

 

La Provincia e l'Azienda provinciale per i servizi sanitari comunicano intanto che da lunedì 11 ottobre inizierà la somministrazione della terza dose anche nelle Rsa. Questa procedura riguarda gli anziani inseriti nelle residenze (4.600 persone circa), questa azione è prevista per dare riscontro alla circolare ministeriale del 27 settembre che prevede che questa categoria riceva la cosiddetta dose booster (di rinforzo) da praticarsi almeno 6 mesi dalla seconda dose.

 

Da venerdì è prevista la consegna delle dosi di vaccino da parte della farmacia dell’ospedale Santa Chiara. L’Azienda sanitaria tiene a precisare anche che il vaccino antinfluenzale e quello anticovid non interferiscono tra loro e si possono somministrare contemporaneamente oppure con qualsiasi distanziamento temporale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 December - 05:01
Il virus, grazie al vaccino, fa meno paura ma ha divorato nel corso degli ultimi due anni i bilanci delle Rsa. Moltissime strutture saranno [...]
Cronaca
03 December - 20:25
Trovati 176 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 120 guarigioni. Sono 60 i pazienti in ospedale. Sono 847.452 le dosi [...]
Cronaca
03 December - 19:20
Oltre ai sanitari e ai dipendenti della Provincia che si sono messi a disposizione per questa iniziativa scenderanno in campo, gli Ordini dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato