Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Veneto con un positivo tampone a tutta la classe, mentre in Trentino per attivare la quarantena bisogna prima trovare 2 positivi fra gli alunni

Anche il Veneto pronto a cambiare le regole (ora che i contagi sono in discesa) nelle scuole, Zaia: “Se c’è un positivo non si va in quarantena ma si fa il tampone a tutta la classe”. In Trentino invece, da ottobre 2020 servono almeno due positivi per isolare una classe, una soluzione che ha creato molti disagi a genitori e insegnanti

Di Tiziano Grottolo - 30 January 2021 - 18:33

TRENTO. “Con la scuola si parte come previsto, tre settimane al 50%, e se c’è un positivo non si va in quarantena ma si fa il tampone a tutta la classe”, così il presidente del Veneto Luca Zaia ha annunciato la modifica del piano di sanità pubblica rispetto al tema dei tamponi nelle scuole.

 

Vogliamo portare avanti un’indagine epidemiologica per valutare il livello di circolazione del virus – fa sapere Zaia – l’idea è quella di tornare dentro alle scuole con i tamponi, ma considerate che ci sono anche genitori che non vogliono far fare i tamponi ai figli, la situazione è variegata”. In un certo senso si tratta di un cambio di paradigma, perché a essere isolati saranno solo gli alunni che risulteranno positivi mentre prima, al contrario, anche con un positivo in isolamento ci finiva l’intera classe.

 

In Trentino invece, rimangono molte incognite sulla gestione dei positivi nelle scuole che ha creato non poche polemiche (articoli QUI, QUI e QUI), soprattutto con insegnanti e famiglie. Verso la fine di ottobre 2020 infatti in Provincia di Trento è entrata in vigore una nuova regola che portava a due il numero di positivi per classe necessari a far scattare la quarantena per tutti i compagni (prima ne bastava uno). Inoltre non è prevista nessuna prassi per sottoporre sistematicamente al tampone gli alunni della sezione. 

 

Un regola che ha generato della situazioni paradossali dove in alcune classi, nonostante alcuni alunni a casa in isolamento (per via dei genitori positivi) si è continuato a fare lezione fino a quando non si ammalate anche le insegnanti, che però non sono considerate “contatti stretti” degli alunni anche se è molto probabile che il virus lo abbiano contratto a scuola. In altri casi può succedere che ci siano insegnanti positivi e un solo alunno contagiato, senza però che i compagni vengano testati, pertanto la classe non va comunque in quarantena.

 

In un recente caso un scuola è stata chiusa dopo che una decina tra ausiliari e dipendenti (oltre a una bambina) sono risultati positivi al Covid eppure gli alunni delle altre classi non sono stati messi in quarantena. Una situazione che durerà 14 giorni e riguarda ben 60 famiglie che si trovano alle prese con diversi problemi.

 

Primo fra tutti, spiegavano alcuni genitori a Il Dolomiti, il fatto che per due settimane i bambini dovranno rimanere a casa senza poter andare a scuola ma non essendo ufficialmente in quarantena i genitori che lavorano potrebbero essere costretti a prendere ferie per seguire i figli, perché l’alternativa sarebbe quella di affidarli ai nonni con tutti i rischi del caso. “È una situazione paradossale – aggiungevano i genitori – e dimostra l’inadeguatezza del provvedimento della Provincia e dei tempi troppo lunghi nelle verifiche. Non si può chiudere una scuola per Covid e non mettere in isolamento i bambini con il rischio, tra l'altro, di contagiare anche i nonni”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 ottobre - 19:17
L'incidente è avvenuto sulla provinciale tra Zambana e Mezzolombardo. Il conducente del mezzo pesante è stato trasferito all'ospedale [...]
Cronaca
25 ottobre - 21:44
La tragedia è avvenuta a Stelvio in Alto Adige. Nonostante il tempestivo arrivo della macchina dei soccorsi, un 70enne ha perso la vita
Cronaca
25 ottobre - 18:05
A due anni e mezzo dalla caduta del dittatore Omar al-Bashir, la transizione democratica in Sudan subisce una battuta d'arresto con la presa del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato