Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nel 2020 a Trento 312 decessi in più rispetto alla media dei 5 anni precedenti. La mortalità cresciuta del 28,9%. I più colpiti gli over75

In un quadro provinciale duramente colpito dalla pandemia (tra ottobre e dicembre il Trentino segna l'eccesso di mortalità più alto d'Italia), il 2020 del capoluogo si è concluso con 312 decessi in più rispetto alla media dei 5 anni precedenti, pari ad un aumento del 28,9%. A determinare questa situazione, in particolare, la seconda ondata

Di Davide Leveghi - 18 March 2021 - 10:42

TRENTO. Il 2020 ha registrato anche a Trento un incremento dei decessi rispetto alla media dei 5 anni precedenti. La pandemia ha inciso sulla mortalità nel capoluogo trentino, in un contesto provinciale già ampiamente colpito. Secondo i dati Istat, infatti, il Trentino è il secondo territorio in Italia per aumento di decessi: rispetto al lustro 2015-2019 il 2020 ha segnato un +29,9% di morti complessive (in Lombardia la mortalità è cresciuta del 36,6%). Il solo trimestre ottobre-dicembre registra per la provincia di Trento l'eccesso di mortalità più alto d'Italia (+65,4%).

 

Trento, pertanto, si inserisce in questo quadro. Nel solo 2020 i decessi registrati in eccesso rispetto alla media degli anni precedenti è di 312. Ad essere maggiormente colpita è la fascia dei più anziani, che negli ultimi 2 mesi del 2020 hanno segnato un notevole incremento. La seconda ondata pandemica ha impattato non poco, con un'impennata di decessi collegabili direttamente o indirettamente al virus.

 

Dall'analisi dei dati, il quadro che emerge racconta di 1388 decessi per tutte le cause nell'intero arco del 2020. La media tra il 2015 e il 2019, di contro, è di 1076 decessi. L'incremento percentuale è pertanto pari al 28,9%.

 

Ma come si distribuiscono i decessi nell'arco dell'anno? Come accennato è la seconda ondata a registrare il maggior incremento di decessi. Nella prima fase (da febbraio ad aprile 2020), infatti, si contano 363 decessi, ben 78 in più rispetto alla media dello stesso periodo tra il 2015 e il 2019. in particolare si registra un incremento di morti pari al 12,8% nel mese di marzo ed un incremento ancora più consistente, pari al 75,5%, nel mese di aprile.

 

Nel periodo giugno-settembre, in corrispondenza della fase di transizione della diffusione pandemica, si è osservata una riduzione della mortalità totale che porta il numero di decessi per il complesso delle cause nel 2020 in linea con il lustro precedente. Viceversa, è l'ultimo trimestre a segnare l'impennata.

 

Via via, infatti, gli effetti della pandemia sulla mortalità totale si fanno più evidenti. Sono 514 i decessi registrati tra ottobre e dicembre 2020, pari a 246 in più rispetto alla media dello stesso periodo 2015-2019. A ottobre, in particolare, si registra un eccesso di decessi totali del 39,7%, mentre novembre e dicembre segnano rispettivamente un +116,5% e un 117,7%.

 

Per quanto riguarda l'età delle persone decedute, gli effetti del Covid-19 durante la prima ondata si sono manifestati soprattutto sulla popolazione più anziana, con un incremento di decessi pari al 28,4% nella classe di età degli over85. È nella seconda ondata, invece, che l'età media si abbassa, rovesciandosi su tutte le classe – con effetti più drammatici sui più anziani.

 

I decessi tra le persone con più di 85 anni sono 291, ben 151 in più rispetto alla media dei decessi nel periodo 2015-2019. L'eccesso di decessi più accentuato si registra in particolare a dicembre nelle fasce d'età degli over95 (+182,6%) e in quella tra i 75 e gli 84 anni (+179,3%).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 13:35
Con una mail indirizzata “a tutto il personale provinciale (compresi direttori e dirigenti)” la Provincia cerca 120 volontari per seguire le [...]
Cronaca
29 novembre - 13:03
Non è ancora stata precisata la causa del decesso, se sia collegato a un incidente oppure a un malore. I soccorsi sull'Etna sono stati ostacoli e [...]
Cronaca
29 novembre - 13:56
Si moltiplicano le segnalazioni e dopo il caso in Val di Non e quello a Bolzano oggi sono arrivate le denunce per altri due studi, uno in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato