Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nel Regno Unito i casi continuano ad aumentare ma il legame con ospedalizzazioni e morti è “indebolito” grazie ai vaccini

Sono oltre 27mila i casi nelle ultime 24 ore, dato che il primo ministro Boris Johnson ha detto potrebbero arrivare anche a 50mila per il 19 luglio. La campagna vaccinale però ha “indebolito il legame tra nuovi casi, tasso di ospedalizzazioni e decessi” dice Downing Street

Di Filippo Schwachtje - 05 July 2021 - 18:39

TRENTO. Nella giornata in cui il premier britannico Boris Johnson ha svelato i piani per ulteriori allentamenti delle restrizioni nei confronti del Covid-19, nel Regno Unito il numero di casi giornalieri ha scollinato quota 27mila, leggermente in discesa dai quasi 28mila segnati giovedì scorso (il dato più altro dal 29 gennaio) ma abbastanza da destare preoccupazioni in un Paese che era riuscito per mesi a tenere abbondantemente sotto controllo la diffusione del virus. L'aumento nel numero di nuovi infetti è con ogni probabilità trainato dalla variante Delta (ex indiana) che secondo diverse fonti sarebbe circa del 60% più contagiosa della Alpha (ex inglese), già di per sé più trasmissibile del ceppo originario di Wuhan. Ma se l'aumento dei nuovi infetti preoccupa, le ospedalizzazioni e soprattutto il numero di decessi non sembrano seguire il trend: il 'muro' di persone immunizzate pare essere in grado di reggere l'urto della nuova ondata causata dalla variante Delta. “Il numero di casi sta aumentando – ha fatto sapere oggi Patrick Vallance, consigliere scientifico del governo, durante la conferenza stampa – il legame tra il numero di nuovi positivi, il tasso di ospedalizzazione e quello di mortalità è indebolito ma non completamente distrutto, e ci aspettiamo nuovi aumenti in futuro”.

 

I dati governativi raccolti nel Regno Unito sembrerebbero finora confermare sostanzialmente quest'ipotesi: nonostante un importante aumento della curva dei contagi infatti (in risalita del 53,2% rispetto alla settimana scorsa) il tasso di ospedalizzazioni sta crescendo molto più lentamente (+24,2%), come quello relativo ai decessi (+4,9%). Nel Regno Unito l'86% della popolazione ha già ricevuto la prima dose di vaccino e il 64% ha completato il ciclo vaccinale.

A ribadire l'effetto sul numero di decessi e di ospedalizzazioni dei vaccini sono diverse fonti: Reuters parla di un “legame indebolito tra le infezioni e il numero di morti” grazie alla campagna di vaccinazione, mentre il New York Times, riportando le informazioni fornite dall'Agenzia governativa per la salute britannica, scrive che “i dati sembrerebbero indicare che nei Paesi con un alto tasso di vaccinazione, è improbabile aspettarsi un aumento importante nel tasso di ospedalizzazioni a causa della variante Delta”. Variante che in questo momento è dominante nel Regno Unito (i casi riconducibili all'ex variante indiana si aggirerebbero intorno al 96%) e che ha rallentato i piani di riapertura inglesi già alcune settimane fa (Qui Articolo).

 

Dopo due dosi, i vaccini sviluppati da Pfizer/BioNTech e da AstraZeneca sembrano in grado di proteggere dall'ospedalizzazione nel caso di variante Delta con un'efficacia superiore al 90%. Come riporta il Guardian, nonostante l'incremento nel numero di casi, quello dei decessi (aumentato di 9 unità nelle ultime 24 ore) è ancora relativamente basso. Boris Johnson ha ribadito che il numero di nuovi infetti continuerà probabilmente ad aumentare e potrebbero toccare i 50mila al giorno per il 19 di luglio. “La maggioranza di chi entra in ospedale non è vaccinato – ha detto oggi Johnson se non riusciremo a riaprire la nostra società nelle prossime settimane, con i vantaggi garantiti dall'estate e dalla chiusura delle scuole, dobbiamo iniziare a chiederci quando potremo tornare alla normalità”. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 settembre - 06:01
I promotori del referendum per l'istituzione del Distretto biologico in Trentino in agenda per domenica 26 [...]
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato