Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, troppi contagi a Bolzano si teme un nuovo lockdown. La Provincia: ''Pronti ad anticipare il coprifuoco e la restrizione dei movimenti''

Se nei prossimi giorni la situazione epidemiologica non migliorerà, la Giunta provinciale si vedrà costretta ad introdurre ulteriori misure restrittive. I numeri dell'infezione rimangono ancora molto alti, oggi l'incontro  della Giunta con le parti sociali 

Pubblicato il - 03 February 2021 - 16:12

BOLZANO. La linea seguita è quella della “massima attenzione”. A Bolzano lo spettro di un nuovo lockdown spaventa e tutto dipende da quanto accadrà nei prossimi giorni. Lo ha confermato la Giunta guidata dal presidente Kompatscher nell'incontro avvenuto le scorse ore con le parti sociali.

 

Se nei prossimi giorni la situazione epidemiologica non migliorerà, la Giunta provinciale si vedrà costretta ad introdurre ulteriori misure restrittive. La conferma arriva non solo da Kompatscher ma anche dagli assessori, alla sanità Thomas Widmann, e alla protezione civile Arnold Schuler, nel corso del confronto che hanno avuto in video conferenza con oltre una quarantina di esponenti delle parti sociali. Indipendente da un nuovo lockdown, è stato sottolineato, è necessario il sostegno di tutte le parti sociali affinché l’intera società altoatesina si unisca per raggiungere lo scopo.

 

In queste ore viene monitorato in maniera molto attenta lo sviluppo epidemiologico soprattutto per quanto riguarda i posti letto occupati nelle unità di terapia intensiva e negli altri reparti ospedalieri, nonché i dati sull'incidenza che sono tuttora molto alti. "Se sarà necessario un lockdown, la sua durata sarà la più breve possibile", ha affermato Kompatscher. Oggi i numeri non sono ancora una volta per nulla buoni con un aumento di posti occupati nei normali reparti ospedalieri anche se si registra un leggero calo nelle terapie intensive.

 

La strada che la Giunta è pronta a seguire è quella della riduzione dei contatti con la riduzione al minimo i movimenti e quindi gli incontri tra le persone: le uscite fuori casa dovranno quindi essere ridotte al minimo indispensabile - ovvero per motivi di lavoro, salute e simili - e limitate anche all'area del Comune di residenza. Prima o dopo la settimana di vacanza per il Carnevale, le scuole potrebbero tornare alla didattica a distanza. Il coprifuoco, attualmente alle 22, verrebbe anticipato di qualche ora. E’ stato chiesto alle imprese di fare in modo che le attività lavorative, ove possibile, vengano svolte attraverso lo smart working. Nei settori in cui questo non è possibile – come nell'industria manifatturiera e nei cantieri - sarà necessaria ancora maggiore attenzione al rispetto delle regole.

 

Misure di accompagnamento, più controlli

Nella riunione di oggi sono state discusse anche molte misure di accompagnamento che possono essere attuate indipendentemente da un lockdown, come ad esempio il miglioramento dei protocolli di sicurezza. In particolare i sindacati hanno chiesto maggiori controlli e la maggiore presenza delle forze dell'ordine, poiché l'esperienza dimostra che fare leva sulla responsabilità personale non è sufficiente.

Kompatscher ha condiviso l’osservazione: "In questo ambito vediamo margini di miglioramento, serve un maggior contributo in particolare da parte delle polizie municipali. Prenderò spunto da questo incontro per dare indicazioni in questa direzione." La Provincia continuerà a dare il proprio contributo attraverso le guardie forestali.

 

Ristori, riprendere il confronto con il nuovo governo

Il tema dei ristori è stato sollevato sia da parte degli imprenditori che dai rappresentanti dei lavoratori. Kompatscher ha assicurato che la Provincia sta valutando vari e ipotesi per mettere a disposizione i fondi: "Abbiamo già concordato a livello tecnico con il governo uscente come si può regolamentare il tutto nonostante il divieto di ricorrere all’indebitamento. Appena terminata la crisi di governo, vogliamo riprendere subito il confronto con il nuovo esecutivo dal punto in cui si è interrotto".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 20:26
Trovati 188 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 112 guarigioni. Sono 44 i pazienti in ospedale. Sono 833.300 le dosi di [...]
Politica
27 novembre - 19:46
Le attiviste hanno ricordato anche la recente aggressione avvenuta in centro, e arrivata dopo un evento che serviva per autofinanziare la [...]
Cronaca
27 novembre - 19:29
Il genoma è stato sequenziato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato