Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, una ''maratona'' vaccinale in Trentino. Fugatti: ''L'obiettivo è somministrare 100 mila prime e terze dosi in 5 giorni''

Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti: "Vogliamo accelerare sulle terze e sulle prime dosi, prima riusciamo a effettuare queste somministrazioni e prima mettiamo in sicurezza il sistema Trentino". Da lunedì 29 novembre le prenotazioni, tutti i centri vaccinali del territorio aperti a orario continuato tra sabato 4 e mercoledì 8 dicembre

Di Luca Andreazza - 26 novembre 2021 - 16:46

TRENTO. "L'obiettivo è quello di vaccinare 100 mila trentini in 5 giorni". A dirlo il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti. "Dobbiamo accelerare per poter avere maggiori garanzie di poter trascorrere un periodo natalizio il più possibile in tranquillità". 

 

Il quadro oggi racconta di 139 positivi e 0 decessi, ma anche di 49 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri di cui 7 in terapia intensiva (Qui articolo). "Un anno fa il dato era molto più pesante con 297 contagi (il dato parziale perché in realtà erano molti di più i casi trovati quotidianamente in Trentino - Qui articolo) e 9 morti, 460 persone in ospedale di cui 43 in rianimazione. Questo non va dimenticato. In queste ultime settimane, però, i numeri sono cresciuti. Il Friuli entra in zona gialla e altri territori sono a rischio".

 

Sono diversi i Paesi in difficoltà sul fronte della diffusione del Covid. In Italia la crescita appare più contenuta, anche se alcuni territori nei prossimi giorni potrebbero passare in zona gialla. "Non c'è certezza sulla stabilizzazione del contagio e il rischio è quello che i ricoveri potrebbe aumentare: l'obiettivo è quello di tutelare la comunità sotto l'aspetto sanitario e non tornare ai numeri dell'anno scorso perché sappiamo quanto significa un Trentino senza turismo invernale, le ripercussioni a livello sociale, economico e finanziario per le famiglie, per le categorie e anche per il bilancio provinciale. Il governo ha abbassato a 5 mesi la dose booster e dopo un certo periodo di tempo la protezione del vaccino tende a diminuire e i casi aumentano". 

 

Da qui la decisione di prevedere una sorta di "maratona" delle vaccinazioni. "Vogliamo accelerare sulle terze e sulle prime dosi, prima riusciamo a effettuare queste somministrazioni e prima mettiamo in sicurezza il sistema Trentino".

 

Dalla sera di lunedì 29 novembre scattano le prenotazioni e tutti i centri vaccinali provinciali saranno operativi dalle 6 alle 24 da sabato 4 a mercoledì 8 dicembre. "E' un piano ambizioso dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari e della Provincia, confidiamo nello spirito civico dei trentini che hanno sempre rispettato le regole. L'obiettivo è di raggiungere 100 mila dosi in 5 giorni", conclude Fugatti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 gennaio - 17:33
Sono stati analizzati 13.601 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 2.660 positivi e 2 decessi. Ci sono 169 persone in ospedale di [...]
Cronaca
19 gennaio - 16:51
La questione lupo ciclicamente riemerge nel dibattito pubblico all'indomani di predazioni (praticamente sempre evitabili). Questa volta ha perso la [...]
Società
19 gennaio - 17:38
La nuova società è il punto di arrivo di un percorso che ha portato alla fusione tra Amnu e Stet nell'ambito dei servizi essenziali tra [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato