Contenuto sponsorizzato

Covid, 111 positivi e peggiora la situazione negli ospedali con 6 pazienti ricoverati in più: ''La vaccinazione fondamentale per contenere diffusione del virus''

Sono stati analizzati 7.074 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 111 positivi e 0 decessi. Ci sono 50 persone ricoverate in ospedale di cui 7 in terapia intensiva

Di Luca Andreazza - 28 novembre 2021 - 16:05

TRENTO. Sono stati trovati 111 nuovi positivi, mentre sono 0 i decessi nelle ultime 24 ore. Sono stati registrati 8 nuovi ricoveri che, compensati da 2 dimissioni, portano il totale a 50 pazienti in ospedale. Una persona in più in terapia intensiva. Sono state registrate 33 guarigioni.

 

Questo il report di domenica 28 novembre per quanto riguarda l'emergenza Covid in Trentino. Sono stati analizzati 7.074 tamponi tra molecolari e antigenici.

 

Sono stati trovati 17 positivi dall'analisi di 465 tamponi molecolari (tutti letti dal laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento); gli altri 94 casi sono stati trovati a fronte di 6.609 test antigenici. Il rapporto contagi/tamponi si attesta a 1,5%. C'è anche la conferma di 23 positività intercettate dai test rapidi dei giorni scorsi.

 

Nella fascia di età 0-19 anni sono 23 i nuovi casi positivi (4 casi tra 0-2 anni, 1 caso tra 3-5 anni, 9 casi tra 6-10 anni 3 casi tra 11-13 anni e 6 casi tra 14-19 anni). Il dato di ieri riporta di 18 classi in quarantena. Per quanto riguarda i contagi tra gli adulti, sono 66 i nuovi casi tra 19-59 anni e 22 casi tra gli over 60 fino a 80 e più anni.

 

Dopo i due decessi comunicati ieri, oggi il dato resta fortunatamente a 0 sul fronte dei morti. Peggiora la situazione negli ospedali: sono 50 i pazienti ricoverati di cui 7 in rianimazione: ieri 8 nuovi ricoveri e 2 dimissioni.

 

Campagna vaccinale: sono 835.235 le dosi somministrate di cui 376.055 sono seconde dosi e 39.855 sono terze dosi.

 

Tra i vaccinati con almeno una dose 170.450 sono persone tra 20-49 anni; 75.489 tra 50-59 anni; 149.947 gli over 60 e le persone fino a oltre 80 anni, mentre 35.230 ragazzi tra 12-19 anni hanno ricevuto almeno una somministrazione. 

 

Le autorità sanitarie ricordano "che la vaccinazione è lo strumento fondamentale per contenere velocemente la diffusione del virus, accanto ai comportamenti anti-contagio che fanno ormai parte della nostra quotidianità e che il 4 dicembre scatta la maratona vaccinale di 5 giorni nei centri di somministrazione distribuiti sul territorio provinciale, che rimarranno aperti dalle 6 del mattino fino a mezzanotte. Chi non ha ancora ricevuto la prima dose e anche chi è stato vaccinato da più di 150 giorni è invitato a prenotare l’appuntamento attraverso il Cup online a partire dalla serata di domani, lunedì 29 novembre. L’obiettivo è immunizzare 100 mila trentini con la prima o con la terza dose di vaccino anti-Covid, per mettere quanto prima in sicurezza tutta la popolazione".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 gennaio - 17:33
Sono stati analizzati 13.601 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 2.660 positivi e 2 decessi. Ci sono 169 persone in ospedale di [...]
Cronaca
19 gennaio - 16:51
La questione lupo ciclicamente riemerge nel dibattito pubblico all'indomani di predazioni (praticamente sempre evitabili). Questa volta ha perso la [...]
Società
19 gennaio - 17:38
La nuova società è il punto di arrivo di un percorso che ha portato alla fusione tra Amnu e Stet nell'ambito dei servizi essenziali tra [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato